«Vaccinare non basta, continuare a rispettare norme»

 

Dati preoccupanti, l’appello di Melucci: «rimaniamo a casa, siamo prudenti»
pubblicato il 10 Aprile 2021, 19:09
5 mins

Lo raccontiamo ogni giorno, pubblicando i bollettini covid regionali e quelli dei ricoveri in provincia diramati dall’ASL Taranto: la situazione epidemiologica nel nostro territorio non è mai stata così grave. Eppure, è impressione diffusa (sebbene difficilmente quantificabile) che la soglia di attenzione nella popolazione si sia gradualmente abbassata, quasi ci fossimo assuefatti al rischio. Questo ha spinto il sindaco Melucci a scrivere un appello alla cittadinanza.

Si tratta di un appello al rispetto delle norme, ma anche al buon senso: «anche i controlli più stringenti – scrive Melucci – non potranno nulla se non faremo lo sforzo di pensare che anche dai nostri comportamenti dipendono le vite di tutti gli altri». Frase che probabilmente attirerà delle critiche a chi ha comunque responsabilità nel garantire la sicurezza e l’ordine pubblico, ma che ci sentiamo di sottoscrivere per il semplice motivo che, anche volendo, controllare tutto e tutti è impossibile. È necessario uno scatto di responsabilità da parte dei singoli, molti dei quali stanno purtroppo sperimentando sulla propria pelle e su quella dei propri cari i rischi della pandemia. A questo proposito, possiamo forse ritenere che il fatto che la prima ondata dello scorso anno abbia complessivamente risparmiato la nostra provincia (mentre mieteva vittime ad un ritmo spaventoso nel nord Italia) non abbia aiutato nella presa di coscienza di un problema che ora è anche più grave.

Clicca sull’immagine per visualizzarla a dimensione reale.

Ancora una settimana fa, nell’emanare l’ordinanza sulle scuole, il Presidente della Regione Emiliano riportava alla pubblica attenzione l’indagine condotta dall’Istituto Superiore di Sanità a metà marzo (pubblicata il 18 marzo) che denunciava la prevalenza, in Puglia, della variante inglese, che rappresentava il 92,9% dei casi esaminati. Un dato che, a distanza di un mese, con ogni probabilità si sarà ulteriormente accresciuto. Ricordiamo nuovamente che la variante inglese, a detta degli scienziati che la stanno studiando, sebbene non appaia più letale di quella sinora dominante, è tuttavia molto più facilmente trasmissibile e sta causando un complessivo aumento dell’incidenza dei casi.

Clicca sull’immagine per visualizzarla a dimensione reale.

E veniamo, quindi, al lato più importante del messaggio del sindaco Melucci, ossia il bollettino di aggiornamento dell’emergenza per quanto riguarda la città di Taranto, con i dati dei contagi classificati per quartieri della città. Il documento predisposto dall’ufficio di statistica del Comune evidenzia soprattutto un’età media dei casi in spaventosa discesa. Nell’ultima settimana, nella circoscrizione Paolo VI la media si è abbassata addirittura a 31,9 anni per quanto riguarda gli uomini. Riportiamo di seguito il monitoraggio completo, ricco di dati che fanno riflettere. A seguire, il messaggio del sindaco Melucci, con la speranza che si diffonda davvero nella cittadinanza la consapevolezza che la guerra al Covid non è affatto finita.

Bollettino Covid del 7-4 STEFANO CERVELLERA

 

L’andamento dei contagi rappresentato in questo grafico, elaborato con i dati contenuti nelle comunicazioni di Asl e Prefettura per il periodo compreso tra il 1 marzo e il 7 aprile, consegna un quadro che merita l’attenzione di tutta la comunità.

L’avvio della campagna vaccinale non basta a contenere la diffusione del virus: bisogna continuare a rispettare le norme essenziali, come il distanziamento sociale, l’uso della mascherina e l’igiene frequente delle mani, ma soprattutto quelle relative allo status di “zona rossa”, limitando gli spostamenti all’essenziale, per esempio.

L’appello è al buon senso che alberga in ognuno di noi: rimaniamo a casa, siamo prudenti, perché anche i controlli più stringenti non potranno nulla se non faremo lo sforzo di pensare che anche dai nostri comportamenti dipendono le vite di tutti gli altri.

Rinaldo Melucci
Sindaco di Taranto

Condividi:
Share

Un Commento a: «Vaccinare non basta, continuare a rispettare norme»

  1. Fra

    Aprile 11th, 2021

    La città va disinfettata è sporca e lei da dicembre non fa effettuare la pulizia , le volevo ricordare che lei in primis ha preso la zappa per piantare quei famosi ciliegi dal Giappone,ecco sapete che c’è ,che siamo in primavera ,ma qui sembra sempre autunno e l’erba che c’è dappertutto ci ha stancati , la vedo troppo preoccupato per la nostra salute a modo suo però . La città va curata E non trascurata come tutti possiamo notare ,che scempio !!

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)