Successo per “Pasqua nei Quartieri”, la rassegna musicale proposta dal Comune

 

pubblicato il 05 Aprile 2021, 18:26
3 mins

Da qualche anno, grazie al Comune, la cultura a Taranto ha assunto un ruolo fondamentale, quasi indispensabile. È risultata perciò vincente anche la nuova proposta culturale dell’amministrazione comunale, della consigliera delegata ai rapporti con le Confessioni religiose ed Istituzioni culturali terze Carmen Galluzzo Motolese e dell’assessorato alla Cultura. Si tratta dei quattro eventi inseriti nella rassegna “Pasqua nei Quartieri” che per mezzo di video/concerti, hanno raggiunto nelle loro case migliaia di tarantini.

Questo è avvenuto grazie all’Associazione ArmoniE Odv, con la direzione artistica di Palma di Gaetano, ha realizzato il progetto, in collaborazione con Associazione Marco Motolese Taranto, Club per l’Unesco di Taranto, Misure Composte Bari, Accademia Musicale “G. Rossini” Rende seguendo il progetto che l’amministrazione comunale, con il continuo e tenace impegno di Carmen Galluzzo Motolese, compie dal 2018 nelle parrocchie dislocate nell’intero territorio con l’obiettivo di diffondere la cultura.

La musica dei quattro concerti è stata arricchita dai video realizzati da Gotico Fotografia per valorizzare le chiese ospitanti e i quartieri di appartenenza e dalle immagini dei Riti della Settimana Santa, fornite dall’Archivio dell’arciconfraternita del Carmine e dai video dei progetti “Sdanghe” e “A piccoli Passi”.

I protagonisti musicali e i luoghi della rassegna sono stati: nella chiesa del Carmine, il quartetto composto da Ida Pagliarulo (soprano e violino), Giuliana Devicienti (soprano), Aldo Gallone (tenore), Danilo Panico (pianoforte) con le riflessioni di mons. Marco Gerardo e gli interventi di Antonello Papalia, priore dell’arciconfraternita del Carmine; per il secondo concerto, nella chiesa di San Lorenzo da Brindisi, il duo composto da Nicoletta Guarasci (soprano) e Luigi Vincenzo (organo) con l’intervento del parroco padre Pietro Gallone; per il terzo concerto, nella chiesa SS. Angeli Custodi, il quartetto d’archi Talos composto da Flavio Maddonni e Rita Iacobelli (violini), Francesco Capuano (Viola), Anila Roshi (violoncello) con le riflessioni di don Ciro Antonacci; per l’ultimo concerto nella chiesa di San Giuseppe, Luigi Facchini (flauto) e Maria Grazia Annesi (arpa) con i messaggi augurali del sindaco Rinaldo Melucci, dell’arcivescovo mons. Filippo Santoro e del parroco della cattedrale mons. Emanuele Ferro.

Tutti i concerti, introdotti da Carmen Galluzzo Motolese e visibili sul canale Youtube di Associazione OdV ArmoniE, hanno riscosso grande successo di visualizzazioni, a dimostrazione del fatto che ognuno, in questo periodo di restrizioni, lontananza e isolamento ha bisogno di condividere momenti di costruttiva distrazione e grande desiderio di rimanere in contatto con la cultura e la musica, dalle quali trarre conforto e speranza.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)