Raccolta differenziata, Mancarelli: «Saremo costretti a elevare le sanzioni»

 

Così il presidente dell'AMIU dopo un sopralluogo al quartiere Paolo VI.
pubblicato il 02 Aprile 2021, 15:43
26 secs

«Non è questo il modo corretto di fare la raccolta differenziata. Non è così che si può sperare di ottenere uno sconto sulla Tari. Non è in queste condizioni che le operatrici e gli operatori di Kyma Ambiente devono essere costretti a lavorare».

Questa mattina il presidente Giampiero Mancarelli, accompagnato dagli ispettori ambientali e dalle squadre aziendali, ha effettuato un sopralluogo in viale della Liberazione a Paolo VI, dove si è reso necessario un intervento straordinario per ripristinare igiene e decoro. A supporto anche due mezzi compattatori e una spazzatrice meccanica.

Tutti i cassonetti, infatti, erano pieni di rifiuti mescolati, conferiti senza il rispetto del calendario e delle frazioni, ed erano presenti anche degli ingombranti.

«Fatevi del bene, fate bene la raccolta differenziata – ha commentato il presidente Mancarelli -. Saremo costretti a elevare le sanzioni agli indisciplinati che non rispettano le regole, è il nostro regalo ai tanti cittadini onesti che non possono più pagare per una minoranza di incivili. Su indicazione del sindaco Melucci proseguiremo con controlli sempre più stringenti, per garantire igiene e decoro».

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Un Commento a: Raccolta differenziata, Mancarelli: «Saremo costretti a elevare le sanzioni»

  1. Piero

    Aprile 2nd, 2021

    Purtroppo è sempre lo stesso discorso: su 200000 abitanti ci sono 30000 mau mau che non sono educabili, non sono inseribili in un contesto civile e non possono neanche essere multati perchè le multe non le pagano e di equitalia se ne fregano. (basta non avere niente di intestato).

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)