Taranto incombe il match con Molfetta

 

Intanto il club ha preparato un dossier con tutti i torti arbitrali subìti
pubblicato il 23 Marzo 2021, 17:52
3 mins

Lo aveva praticamente annunciato nel post gara con il Casarano il diesse Montervino – “Ci vuole più rispetto per noi. Siamo di fronte a un altro arbitraggio non rispettoso per il Taranto, una volta i direttori di gara che venivano allo Iacovone sapevano come onorare la gare. Mi auguro che da qui alla fine del campionato il Taranto sia rispettato come merita dalla classe arbitrale”.

Il riferimento, alla gara con i salentini, è alla mancata espulsione di Rodriguez ed al gol annullato, regolare, a Falcone, che si sommano ad episodi accaduti in precedenza, uno su tutti la mancata espulsione del giocatore dell’Andria, Cerone.

Più o meno 48 ore dopo la società rossoblù è passata all’azione e con un comunicato si è prontamente attivata ed ha provveduto a trasmettere agli organi competenti il materiale video che inequivocabilmente documenta gli episodi contrari occorsi durante tutta la stagione, chiedendo maggiore attenzione per il prosieguo del campionato.

Ci sta di cominciare a reagire nelle sedi competenti anche perché i torti ricevuti sono sotto gli occhi di tutti. Però nell’immediato c’è da pensare a vincere la gara di recupero di mercoledì contro il Molfetta, solo a quello.

Nella conferenza stampa pre -gara il tecnico del Taranto, Giuseppe Laterza, ha, però, riservato un passaggio al clima di diffidenza che c’è intorno alla squadra nonostante il primo posto in classifica –Ripenso al primo giorno di allenamento e alla nostra situazione in partenza. Vedendo anche l’atteggiamento attendista dei nostri avversari, fatico a comprendere il perché di tanta negatività su di noi e mi dispiace tantissimo. Non sono mai stato presuntuoso ma conosco il lavoro svolto finora dai miei ragazzi“.

Le critiche ricevute – amplificate dai social – dopo lo zero a zero con il Casarano hanno amareggiato l’allenatore jonico che poi ha presentato il Molfetta – settimo in classifica con 33 punti – una delle soprese stagionali del girone H. “Affronteremo una squadra ben organizzata, con un gioco strutturato e ottime individualità come Strambelli (8 reti sinora). Conosco il loro allenatore e so che la sue squadre giocano sempre un bel calcio. Vivono un periodo di entusiasmo dovuto ad una buona situazione di classifica“.

Sarà un Taranto che dovrà fare i conti ancora con le assenze di Alfageme, Sposito, Corado, Gonzalez cui si è aggiunto Guaita, uscito malconcio ad una spalla nel match di domenica scorsa.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)