Verso Uno Maggio in streaming con autori e studenti

 

pubblicato il 22 Marzo 2021, 18:33
4 mins

Si rivolge con una lettera a dirigenti e docenti il Comitato dei Lavoratori e Cittadini Liberi e Pensanti per invitarli ad una iniziativa letteraria che non spezzi il legame con questa istituzione, nonostante i limiti che congelano le attività del Primo Maggio, a causa della pandemia.

“Gentilissime e gentilissimi dirigenti e docenti,

con riferimento alle comunicazioni intercorse all’inizio dell’ anno scolastico in corso, abbiamo seguito con attenzione le modalità di studio che la pandemia ha imposto all’intero comparto scolastico e la speranza di potersi incontrare in presenza, prima dell’Uno Maggio, è definitivamente venuta meno con le ultime direttive.

Non avendo mai abbandonato l’idea di proseguire nella relazione cominciata anni fa con la nostra giovane popolazione studentesca ci siamo attivati per portare “in un’aula virtuale” una piccola serie di laboratori che ci consentisse di non lasciare ancora in sospeso le esperienze avviate l’anno scorso, prima che il mondo intero subisse il fermo clinico.

Potendo contare sulla disponibilità ma soprattutto sul legame e sull’interesse che alcune personalità della cultura custodiscono con il nostro territorio, abbiamo interpellato gli autori Enzo Vinicio Alliegro, Cosimo Argentina e Valentina Petrini per consolidare la conoscenza degli studenti riguardo alla loro attività, approfondendo la parte delle loro ultime pubblicazioni dedicate specificatamente alla nostra città:

Enzo Vinicio Alliegro – “Out of Place, Out of Control”
L’autore, Professore Ordinario di discipline demoetnoantropologiche nel Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli,
indaga l’essere umano in rapporto all’ambiente in crisi. Allo studio decennale di tre realtà del mezzogiorno legate dalla devastazione dei territori, La Terra dei Fuochi, la Basilicata e Taranto si aggiunge un’analisi approfondita della recente condizione pandemica.

Cosimo Argentina – “Legno Verde”
Lo scrittore, tarantino di nascita, insegnante in Brianza da molti anni, ambienta il suo romanzo di formazione nella nostra città, in un ritorno letterario che ad ogni appuntamento scopre qualcosa di nuovo nelle sue radici.

Valentina Petrini – “Non chiamatele fake news!”
La giornalista ci guida nel riconoscimento di notizie non solo false ma costruite con obiettivi e modalità differenti, fornendo uno strumento essenziale, soprattutto ai più giovani, per destreggiarsi nella giungla dell’informazione “facile”.

In virtù della maggiore necessità di offrire stimoli ad una formazione che oggi rischia di cristallizzarsi dietro uno schermo abbiamo coinvolto la libreria Dickens, come elemento determinante nel circuito scrittura-lettura ma soprattutto per la qualità di “libraio” inteso come divulgatore di saperi e non mero commerciante di prodotti editoriali.

La nostra proposta concreta è quella di unire la classica presentazione di testi alla nostra consuetudine laboratoriale.
Attraverso la Libreria in questione, già disponibile, ospiteremo i tre autori scelti, consentendo la presenza, come pubblico virtuale, ad una classe composta dai vostri alunni che di opera in opera si riterranno e riterrete interessati ai relativi approfondimenti.

Confidando in un vostro rapido riscontro e nella vostra personale presenza alle presentazioni, precisiamo che vorremmo tenere i tre appuntamenti entro il 15 aprile, per l’opportuna restituzione all’evento dell’unomaggio e che non ci sono costi da sostenere per il vostro istituto né incombenze tecniche alle quali provvederà la nostra associazione.
A vostro carico resta esclusivamente il coordinamento del gruppo di alunni che vorrà prendere parte alle presentazioni e la firma della liberatoria per i minori necessaria per la trasmissione in streaming.”

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)