Prisma Taranto: primo obiettivo a vista

 

Il presidente Bongiovanni ringrazia l'Amministrazione Comunale
pubblicato il 19 Marzo 2021, 15:05
3 mins

Alla Prisma Taranto mancano due partite per concludere la stagione regolare: già domenica prossima, in caso di successo contro Lagonegro, Taranto potrebbe conquistare il secondo posto matematico in classifica in un’annata affrontata dal club con tante difficoltà, legate alla pandemia, che hanno influito sull’andamento del torneo.  Difficoltà comuni a tanti presidenti di tutte le realtà sportive ai quali va fatto un plauso per il coraggio avuto e l’impegno profuso.

“Il lavoro ben svolto porta sempre i suoi frutti. Noi abbiamo già vinto il nostro campionato, partecipando alla Serie A2 Credem Banca. Abbiamo riportato lo sport di livello in una grande città, ricreando l’entusiasmo verso il movimento del volley a distanza di diversi anni. Il nostro obiettivo principale è quello di far sorridere le persone, in un momento di difficoltà, come quello attraversato ancora oggi dall’intero Paese. Il cuore del Presidente, in questo momento batte all’unisono con quello dei tarantini, dei pugliesi e di tutti i cittadini italiani” – ha affermato il presidente del club jonico Antonio Bongiovanni.

“Ovviamente non posso far altro che ringraziare l’intera Amministrazione Comunale: il Sindaco Rinaldo Melucci e il vice-Sindaco Fabiano Marti ci appoggiano in ogni nostra iniziativa, senza far mai mancare il loro sostegno alla causa della Prisma Taranto. Una vicinanza, la loro, non di facciata ma sincera, che io ed il vice presidente Zelatore apprezziamo tantissimo. Mi preme anche fare un in bocca al lupo al neo presidente della Fipav nazionale, Giuseppe Manfredi, un pugliese doc che siamo certi sarà un autorevole garante dell’intero movimento».

Sugli obiettivi a breve del club (play-off), il massimo dirigente della Prisma Volley si esprime così: “Sono molto soddisfatto di come la squadra nelle ultime uscite abbia preso coscienza della propria forza. Giocheremo la maggior parte delle sfide in casa, purtroppo senza pubblico, ma almeno i nostri giocatori eviteranno ulteriori sacrifici legati ai lunghi viaggi che, per un club del Sud come il nostro, influiscono sul rendimento. Le partite non si vincono soltanto in campo ma anche fuori dal taraflex e noi come società lavoriamo  quotidianamente di concerto con il direttore generale e lo staff tecnico per cercare di fare quanto di meglio possibile in questo momento particolarmente difficile in cui tutti quanti cercano di dare quanto possono”.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)