Grottaglie ospita il Campionato Italiano di marcia

 

Presentata la prima delle tre tappe utili alla qualificazione per Tokyo 2021
pubblicato il 05 Marzo 2021, 10:07
5 mins

Le strade che portano alle Olimpiadi di Tokyo 2021, passano da Grottaglie Città Europea dello Sport 2020 (titolo riconosciuto fino a tutto il 2021). Sarà la Città delle Ceramiche ad ospitare, infatti, una delle tre tappe del Campionato italiano di Marcia, competizione alla quale prendono parte le più importanti società e atleti a livello nazionale.

E per l’amministrazione comunale di Grottaglie non deve esser affatto stato semplice perseguire gli obiettivi organizzativi che si era prefissa prima che la pandemia spazzasse via ogni certezza. L’intervento del vice sindaco e assessore allo sport, Vincenzo Quaranta, ha colpito per la profondità delle parole usate: “lo sport in questo momento rappresenta il più grande vaccino per la nostra anima” e per la tenacia dimostrata nel credere di poter comunque regalare una manifestazione che porrà per un giorno Grottaglie all’attenzione nazionale: “Grottaglie 2020 –Città Europea dello Sport rappresenta per la nostra città un impegno reale e concreto verso la promozione dello sport.  La pandemia ha creato grosse difficoltà a questo settore ma ciò nonostante la nostra grande dedizione verso lo sport ci ha permesso di andare avanti raddoppiando gli sforzi. Ogni manifestazione, ogni evento, ogni campionato sportivo sono un piccolo passo verso il ritorno a quella normalità tanto auspicata e vorrei sottolineare il grande sforzo profuso dall’associazione sportiva organizzatrice ASD Atletica Grottaglie”.

Nel corso della conferenza stampa il vice-sindaco ha anche garantito che il percorso sarà gestito in totale sicurezza con la presenza di uno steward ogni venti metri oltre che dei volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa in quanto con un’ordinanza ad hoc l’amministrazione comunale ha autorizzato nei pressi del percorso soltanto il transito pedonale e non la sosta dei cittadini che potranno seguire l’evento in diretta televisiva su Antenna Sud 85. Inoltre è stato annunciato che a breve partirà, a seguito bando di assegnazione dei lavori, il restyling della pista d’atletica dello stadio D’Amuri.

Il presidente dell’Atletica Grottaglie Antonio Catalano ha spiegato che numerose sono state le difficoltà organizzative da superare: “ In questo periodo programmare qualcosa è davvero difficile. Questa gara si sarebbe dovuta disputare l’anno scorso. Il percorso ha ottenuto l’omologa (valida per 5 anni, ndc) dai tecnici federali per gare di livello internazionali nel gennaio 2020 ed è ritenuto simile come caratteristiche (è tutto in piano, ndc) a quello che andranno a tastare gli atleti che otterranno un tempo di qualificazione utile a strappare il pass per Tokyo 2021. E’ una manifestazione che avrebbe meritato un bagno di folla anche perché a memoria non ricordo che a Grottaglie sia mai stata organizzata una tappa nazionale mentre forse in provincia di Taranto bisogna tornare indietro di 20-25 anni.

Nel loro intervento sia il presidente del Coni provinciale Michelangelo Giusti che il neo eletto presidente della Fidal provinciale Luciano Ciussi, hanno augurato agli organizzatori che nel corso di questa gara qualcuno degli atleti partecipanti possa far registrare un tempo che possa essere utile per andare alle Olimpiadi di Tokyo.

E proprio tornando al Campionato Italiano della 20 km su strada par categorie assolute e promesse, occorre dire che riveste una primaria importanza all’interno del panorama nazionale, perché pone prorpio le basi per la costituzione della squadra “Azzurra” che parteciperà alle Olimpiadi di Tokyo. L’appuntamento sarà inoltre valido come CdS per le categorie assolute, juniores (15km uomini e 10km donne) e allievi/e (10km). Per i cadetti in gara si tratterà invece della prima prova (su strada) del trofeo nazionale loro dedicato. Per quanto riguarda i nomi più importanti in gara,  nella prova maschile sarà impegnato Federico Tontodonati (Aeronautica), fresco del titolo tricolore sui 5000 metri indoor ad Ancona. Sui 20km il torinese quest’anno si è già espresso in 1h24:45 lo scorso 23 gennaio nel vento di Ostia, risultando il primo degli azzurri al traguardo nella prima prova del CdS di marcia. Sulla 20km ricordiamo che Tontodonati vanta un primato personale di 1h21:20 ottenuto nel 2019 a Podebrady. Domenica sarà in gara nella prova maschile anche Matteo Gallo (CUS Torino). Al femminile da seguire invece Rosetta La Delfa (UGB), accreditata di 1h45:24; la biellese a Ostia a gennaio aveva concluso sesta in 1h45:14. In gara anche le portacolori del CUS Torino Elisabetta Bray, Chiara Verteramo e Valentina Vallegra.

 

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)