Leonardo Grottaglie, Rsu Uilm: “Futuro incerto”

 

Oggi il segretario nazionale responsabile del settore Leonardo, Bruno Cantonetti, in visita allo stabilimento grottagliese
pubblicato il 04 Marzo 2021, 18:14
2 mins

C’è grande preoccupazione per il futuro dello stabilimento Leonardo di Grottaglie, dove si realizzano le fusoliere del Boeing 787. La Rsu Uilm torna ancora una volta sull’argomento per sottolineare la “condizione del tutto anomala a causa del fermo impianti che ha decretato circa centosettanta giornate di fermate collettive”.

Per le rappresentanze sindacali unitarie, che quest’oggi hanno incontrato il segretario nazionale responsabile del settore Leonardo, Bruno Cantonetti, in visita allo stabilimento grottagliese, “non esiste alcuna possibilità di gestione chiara del contingente in assenza di una visione di futuro ben definita“. “Nonostante l’accordo del 17 dicembre – aggiungono – abbia sancito la previsione di carichi di lavoro da affiancare al B787 sul sito di Grottaglie (progetto drone Euro Male e progetto di ricerca denominato Astro), e nonostante fosse stato annunciato l’avvio dei lavori in cantiere per la realizzazione del Drone nel gennaio 2021, ad oggi non esiste alcuna novità concreta”.

Quello che “emerge e che ci preoccupa – insistono le Rsu Uilm – è la netta sensazione che la strategia industriale della Corporate di Leonardo Spa continui nei fatti a non vedere assolutamente le Aerostrutture come parte integrante del proprio core business“.

“Nel prossimo incontro nazionale convocato per il 10 marzo – concludono i delegati della Uilm – torneremo a sollecitare anche tutti i livelli istituzionali affinché non passi inosservato l’isolamento della divisione rispetto al contesto di un’azienda a partecipazione pubblica, ribadendo la necessità di una politica industriale nazionale inerente al comparto che sia degna di questo nome e dei dipendenti che ci lavorano”. 

(leggi tutti gli articoli sul sito Leonardo di Grottaglie https://www.corriereditaranto.it/?s=leonardo&submit=Go)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)