Porto, Yilport e SCCT inaugurano nuovi servizi

 

La società San Cataldo Container Terminal annuncia nuovi servizi per il Molo Polisettoriale di Taranto
pubblicato il 26 Febbraio 2021, 17:33
3 mins

“La pandemia in atto è uno degli elementi principali della crisi globale dell’economia. Gli Stati e i settori economici hanno subìto, in maniera differente gli effetti dei diversi lockdown che hanno colpito la nostra società“. E’ quanto si legge in una nota della San Cataldo Container Terminal, a firma del direttore generale Del Prete.

“I settori dei trasporti e della logistica sono stati messi a dura prova dal COVID19 e, in particolare, a livello mondiale il settore delle spedizioni marittime è in difficoltà a causa di carenza dei container vuoti che hanno fatto aumentare il costo dei noli nave anche di 10 volte rispetto all’estate scorsa a beneficio delle Linee, ma a discapito della logistica di terra (porti, trasporto su gomma, ecc). SAN CATALDO CONTAINER TERMINAL – prosegue la nota – risponde alla crisi con attività che mai erano state svolte al Molo Polisettoriale; mentre i lavori di riqualificazione dell’intera infrastruttura continuano pur nelle attuali restrizioni, in aggiunta agli special cargo ed ai project cargo dei mesi passati, il terminal ha provveduto in questi giorni a movimentare i primi OOG-Out Of Gauge e cioè spedizioni di materiale e macchinari di eccezionali dimensioni su speciali container”.

Il 22 febbraio 2021 SCCT ha movimentato la prima spedizione di 4 generatori dal peso di 30 tonnellate l’uno e dal diametro di 5,70 mt e altezza da 2,85 mt destinati alla realizzazione di parchi eolici. Questo è appunto il primo sbarco di una lunga serie di spedizioni che saranno movimentate da SCCT nel 2021 e fino a tutto il 2022 – afferma la società -. Le gru in movimento e la particolarità dei carichi hanno entusiasmato il personale di SCCT che vede ogni giorno, amplificare le potenzialità di una tra le più importanti infrastrutture del Mediterraneo che è in fase di start up in un contesto economico proibitivo”.

PROJECT CARGO DIVISION CMA CGM, l’azienda committente con sede a Marsiglia, si è complimentata per la professionalità dimostrata e ha annunciato nuove e prossime opportunità di collaborazione – dichiarano infine dalla società -. Anche da Istanbul, dal quartier generale del gruppo Yilport,  sono arrivate le congratulazioni per come a Taranto, sotto la guida del Responsabile Operativo, Cosimo Palagiano, e grazie alle professionalità del personale tutto, si sia gestita l’organizzazione e l’attuazione di tutta la movimentazione, oltre che l’acquisizione del business, performata dal referente commerciale, Francesco Tota“.

(leggi gli articoli sul porto https://www.corriereditaranto.it/page/3/?s=porto&submit=Go)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)