Asl Taranto, parte campagna vaccinale per la scuola

 

Per il personale scolastico: 13 mila vaccinati a Taranto e provincia entro il 13 marzo, per la prevista riapertura delle scuole il 14 marzo
pubblicato il 25 Febbraio 2021, 17:43
4 mins

Entra nel vivo la campagna vaccinale anti covid dell’Asl Taranto in favore del personale scolastico del capoluogo e dell’intera provincia. A Taranto città, la somministrazione dei vaccini anti-covid è già partita e proseguirà presso il PalaRicciardi, allestito come centro di vaccinazione unico, con postazioni attrezzate, percorsi differenziati di ingresso e uscita e aree di permanenza pre e post vaccino. Nei prossimi giorni, ed entro il 13 marzo, saranno vaccinati nella provincia tarantina quasi 13 mila operatori scolastici che negli scorsi giorni hanno dato l’adesione tramite i referenti covid dei propri istituti. La grande macchina organizzativa messa in atto dal Dipartimento di Prevenzione, di concerto con le istituzioni locali, è stata necessaria per far fronte alla necessità di vaccinare così tanti operatori scolastici entro la riapertura regolare delle scuole, prevista per il 14 marzo. Per la campagna di immunizzazione del personale scolastico, saranno utilizzate le sedi già predisposte per la vaccinazione – in corso – dei cittadini over 80: si tratta di strutture ampie e opportunamente allestite nei punti strategici del territorio ionico, individuate grazie alla collaborazione e al supporto dei sindaci della provincia.

Per l’accesso in sicurezza nei centri di vaccinazione individuati, sono state predisposte postazioni di triage con personale sanitario, dispenser per l’igienizzazione e aree di attesa pre e post vaccino, come previsto dalle disposizioni, opportunamente presidiate. Nei centri individuati confluiranno gli operatori scolastici dei vari Comuni, in base alla posizione geografica: ogni docente/operatore ha già ricevuto una convocazione con l’indicazione del luogo di somministrazione del vaccino, la data e la fascia oraria.

Tra i principali centri vaccinali vi sono: il PalaRicciardi per le scuole di Taranto; la palestra della scuola media statale “Marugj” di Manduria, nella quale confluirà il personale scolastico che lavora nei Comuni del versante orientale; il presidio San Pio di Castellaneta, per le scuole che hanno sede nei comuni del versante occidentale; il Centro Servizi comunale di Martina Franca per gli istituti scolastici martinesi; l’Osmairm per l’area laertina; il Centro Polivalente in via Livatino per gli operatori scolastici operativi a Massafra, Mottola e Palagiano; il Centro Vaccinale di San Giorgio; l’ambulatorio vaccinale Asl di Crispiano; il Padiglione Vinci del SS. Annunziata per il personale scolastico che presta servizio a Grottaglie.

Nei tredicimila operatori conteggiati rientra anche il personale degli istituti paritari e, come da Piano strategico regionale, il vaccino somministrato è AstraZeneca, per il quale è stata estesa la possibilità di adesione fino ai 65enni. Lo sforzo principale è stato dedicato alla necessità di far fronte alle tempistiche imposte dalla Regione Puglia di effettuare le vaccinazioni prima della riapertura delle scuole.

“La macchina organizzativa è stata efficiente, consentendoci di garantire la vaccinazione di così tante persone in pochi giorni”, dichiara il dr. Conversano, direttore del Dipartimento di Prevenzione ASL Taranto, “Un ringraziamento va fatto anche a tutti i Comuni, a partire da quello di Taranto, che ha messo a disposizione la palestra Ricciardi. I sindaci stanno lavorando efficientemente al nostro fianco e la condivisione dello sforzo è un aiuto concreto importantissimo per portare avanti con successo la campagna vaccinale in corso”.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)