La sindrome da nuvola di Fantozzi colpisce ancora

 

Il Taranto domina ma perde a Bitonto. Sfortuna e attacco anemico.
pubblicato il 24 Febbraio 2021, 17:15
5 mins

Il Taranto si complica la vita da solo e perde di misura (1-0) addirittura in superiorità numerica (gli avversari terminano il match in nove uomini) a Bitonto una partita che aveva in gran parte dominato e che avrebbe meritato di vincere se solo avesse degli attaccanti in grado di buttarla dentro, al di là della prestazione super del portiere di casa.  A punirlo è uno dei tanti figli della sua terra (l’estenro offensivo Taurino, classe 1996,  al minuto 62) mai considerati dagli “illuminati” dirigenti jonici che si sono susseguiti in questi anni.

PRIMO TEMPO

Mister Laterza, squalificato (in panchina il suo vice Lentini) sostituisce capitan Marsili (appiedato dal giudice sportivo con conseguenza fascia di capitano passata sul braccio di Guaita) con Matute in mezzo al campo e rilancia dopo due turni di stop obbligati Diaz al centro dell’attacco al posto di Abayan. I restanti nove/undicesimi sono quelli scesi in campo nel doppio match interno con Lavello e Picerno.

Il Taranto sta bene fisicamente e lo si vede quando nei primi trenta minuti, con un pressing asfissiante, non lascia giocare per nulla un Bitonto privo del difensore Sirri e con l’attaccantee Genchi in tribuna. Nel primo quarto d’ora la squadra rossoblù colleziona due occasioni da rete: al minuto 4 con un colpo di testa di Falcone su splendido cross di Boccia dalla destra ma il portiere Figliola del Bitonto compie un ottimo intervento. Sempre Falcone al minuto 14 da buona posizione calcia di poco a lato. La manovra del Taranto è avvolgente, Diaby è straripante a centrocampo nella doppia fase, Tissone appare meno timido rispetto alle scorse uscite e smista tanti palloni ma di occasioni sino alla fine del tempo non ne arrivano. Il Bitonto si affaccia una sola volta nell’area di rigore degli jonici al minuto 32 con un colpo di testa di Lattanzio.

SECONDO TEMPO

La partita diventa agonisticamente molto combattuta. Il Bitonto ricorre al fallo sistematico per fermare le verticalizzazioni del Taranto. Ne fa le spese il difensore Colella che rimedia un doppio giallo nel giro di pochi minuti ed al minuto 56 lascia i suoi in dieci.  Il Taranto a questo punto inserisce la seconda punta (Abayan) per sbloccare la partita e si dispone con il 4-4-2.

Il calcio sa essere beffardo perché al minuto 60 un cross dell’ottimo terzino destro under Boccia viene capitalizzato da Abayan che di testa colpisce quasi a colpo sicuro ma il portiere di casa Figliolia compie un miracolo. Dal gol mancato al gol subito è quasi un attimo. Due minuti dopo il Bitonto passa inaspettatamente in vantaggio quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo Taurino trova la deviazione vincente sottoporta.  A questo punto il Taranto si getta in avanti alla ricerca disperata del pari. Ci si avvicina solo in due occasioni sempre con Diaz ( al minuto 72 ed al minuto 74) ma la porta del Bitonto appare stregata. Il forcing rossoblù, a questo punto, si fa confusionario e gli avversari, ridotti in nove per l’espulsione di Palazzo al minuto 88, fanno le barricate e portano a casa un successo assolutamente immeritato.

CONSIDERAZIONI FINALI

La storia si ripete. Sconfitte come quella con il Bitonto negli anni passati ce ne sono state tante. Una sorta di nuvola di Fantozzi che il Taranto si porta dietro allorquando deve imprimere una svolta decisiva alla sua stagione. Imprecare solo contro la sfortuna però è da perdenti. I limiti di questa squadra restano gli stessi: un attacco anemico affidato a giocatori con una maglia pesante come la 9 non adeguati ( Stracqualursi prima, Abayan e Diaz poi). Nulla è perduto ma questa sconfitta potrà incidere a livello psicologico.

SERIE D/H, 19a GIORNATA
Audace Cerignola-Fidelis Andria 0-0
AZ Picerno-Nardò 0-1
14’pt Romeo (N)
Bitonto-Taranto 1-0
18’st Taurino (B)
Brindisi-Real Aversa 0-1
39’pt Chianese (RA)
Casarano-Portici 4-0
9’pt Santoro (C), 7’st Santoro (C), 21’st Rodriguez (C), 25’st Santoro (C)
Francavilla-Molfetta 2-3
3’st Lacarra (M), 5’st Navas (F), 12’st Dubaz (M), 32’st Lavopa (M), 37’st Nolè (F)
Lavello-Team Altamura rinviata
Puteolana-Gravina rinviata
Sorrento-Fasano 0-4
10’pt e 12’pt Dambros Da Silva (F), 19’st Amoruso (F), 22’st Dellino (F)

CLASSIFICA
Casarano** 32
Nardò 31
Fidelis Andria* 30
AZ Picerno* 29
Taranto*** 28
Lavello* 28
Bitonto* 28
Team Altamura** 27
Molfetta*** 25
Sorrento*** 24
Audace Cerignola 21
Real Aversa 21
Francavilla 19
Brindisi** (-2) 18
Fasano 18
Portici*** 15
Gravina**** 14
Puteolana** 12
* una partita in meno
** due partite in meno
*** tre partite in meno
*** quattro partite in meno

 

 

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)