Coach Olive si gode il primo traguardo

 

Il coach del Cus Jonico parla di impresa storica
pubblicato il 23 Febbraio 2021, 20:31
3 mins

“Un traguardo storico per il CJ Basket e per la città di Taranto”. Coach Olive non nasconde la sua soddisfazione nel commentare la dodicesima vittoria consecutiva da inizio stagione della squadra che allungando ancora di un turno il suo record di imbattibilità ha centrato un grande obiettivo: la partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia di serie B che si disputeranno nel primo week end di aprile. Un pagina memorabile per la storia quasi cinquantennale del CJ Basket Taranto “devo dire meritato per i sacrifici che questa società ha fatto e sta facendo” aggiunge il tecnico rossoblu.

Sulla partita vinta contro Catanzaro salta all’occhio il successo arrivato nonostante l’assenza precauzionale di capitan Stanic ma coach Olive ha trovato terreno fertile non solo negli altri senior tutti in doppia cifra o quasi, ma anche nella panchina nel contributo degli under: “Abbiamo valutato l’idea di non rischiare il capitano. È stata una prova importante per tutto il gruppo che ha dovuto fare a meno del suo leader anche e soprattutto nel gioco. Tato Bruno nel ruolo di play ha fatto il suo così come hanno risposto bene i due under nel ruolo di play, Manisi e Pellecchia. In generale sono soddisfatto della prova dei ragazzi, abbiamo tenuto sempre in mano la partita”.

Mancano due giornate alla fine della prima fase, si chiuderà il girone D2 che poi si accorperà al D1 e per la prima volta ci sarà una classifica generale, anche per questo non bisogna abbassare la guardia già da Reggio Calabria domenica prossima col coach che guarda anche a quella che sarà la seconda fase della regular season: “Aver vinto platonicamente il girone conta poco o nulla se non i punti che ci porteremo dietro nella classifica generale, in quell’ottica dobbiamo cercare di vincere anche le prossime due gare perché i punti faranno cumulo. Purtroppo la fase a orologio delle altre otto gare non sarà proprio tale visto che le gare in casa o fuori non saranno decise dalla classifica generale ma dai codici fip e per questo saremo costretti a giocare in trasferta contro Rieti e Salerno. Ma la cosa mi preoccupa relativamente, questa squadra ha dimostrato di poter giocare alla grande in qualsiasi situazione”.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)