Taranto-Picerno big match della prima di ritorno

 

Gara importante per la classifica, la consapevolezza e l’autostima dei rossoblù
pubblicato il 20 Febbraio 2021, 14:11
2 mins

Altro scontro diretto al vertice del girone H della serie D per il Taranto domenica alle 14.30 allo Iacovone. I rossoblù incrociano il proprio destino con un’altra squadra lucana. Dopo il Lavello, ecco il Picerno, un altro club di cui sino a qualche stagione la maggior parte dei tifosi rossoblù non ne conoscevano l’esistenza.

La squadra allenata dal quotato Ginestra ha come ambizione l’immediato ritorno in Lega Pro, categoria negata dalla giustizia sportiva dopo l’accertamento di un illecito sportivo commesso in concorso con il Bitonto nella stagione 2017-18. Attualmente il Picerno è terzo in classifica a quota 28 punti di cui 17 conquistati fuori casa, non perde dal 20 dicembre scorso, unica sconfitta esterna stagionale sul campo del Lavello per 2-1 ed ha inanellato otto risultati utili consecutivi. Negli ultimi due match disputati solo due pareggi, ottenuti con lo stesso punteggio (2-2) contro Fasano e Sorrento.

La rosa dei lucani annovera numerosi giocatori esperti con anni di Lega Pro alle spalle tra cui l’ex esterno offensivo rossoblù Zito, l’attaccante Albadoro ex Avellino autore sinora di 4 reti e 3 assist ed il centrocampista D’Angelo, ex Fermana, più i due beniamini di casa il centrocampista Pitarresi e l’attaccante Esposito, capitano della sua squadra ed autore sinora di 6 reti.

Ecco l’idea che ha dei prossimi avversari l’allenatore del Taranto Giuseppe Laterza -“Il Picerno è una squadra costruita bene, con ottimi elementi di esperienza e sarà stimolante affrontare un avversario, da approcciare con determinazione. Sarà una gara importante e bella, vogliamo vincere. Dispone di una rosa costruita bene, ha qualità, struttura, determinazione ed uno staff tecnico importante per la categoria che riesce a dare la giusta mentalità alla squadra. Il Picerno dirà sicuramente la sua fino alla fine del campionato. I numeri dicono che hanno qualcosa di importante per mentalità rispetto alle altre squadre. La gara di domani ha l’importanza della consapevolezza e dell’autostima, è una di quelle partite che se le batti ti dà coraggio, voglia di fare qualcosa di più e ti fa andare avanti nel percorso”.

 

 

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)