Taranto, con il Francavilla obiettivo tre punti

 

Dopo oltre due mesi la squadra rossoblù torna a giocare allo Iacovone
pubblicato il 02 Febbraio 2021, 17:08
3 mins

Turno infrasettimanale per il girone H della serie D. La quindicesima giornata sancisce il ritorno del Taranto allo Iacovone dopo oltre due mesi, non vi gioca dallo scorso 22 novembre, dove affronterà il Francavilla in Sinni.

I lucani, allenati dal solito Ranko Lazic, occupano il tredicesimo posto con 15 punti conquistati in 14 gare, e non vincono una partita dallo scorso 1° novembre, quando si imposero in casa sul Bitonto per 2 a 1. Da allora 5 pareggi e 3 sconfitte, domenica solo un punto rimediato, però, in nove uomini nel match sulla carta abbordabile contro il Fasano. Si conseguenza due saranno le assenze per squalifica, quelle del terzino destro Nolè e dell’attaccante esterno Del Col, entrambi espulsi nell’ultimo turno. Due gli ex di turno, il centrocampista Galdean e l’attaccante Alexsic.

La squadra rossoblù allenata da Laterza, domani alle 14.30, si ritroverà con un Caldore in meno, il difensore è stato ceduto in serie C alla Juve Stabia ma con la convizione di poter ottenere un filotto di vittorie che possa issarla sino in alto alla vetta del girone H, momentaneamente occupata dal Lavello con 25 punti. La rincorsa al primo posto comincerà domani con il Francavilla in Sinni, proseguirà domenica nella trasferta di Cerignola e mercoledì 10 con il Fasano in casa, nel primo dei quattro recuperi delle gare non disputate per contagio da Covid.

“La cessione di Caldore è stato un fulmine a ciel sereno anche per noi” – ha dichiarato Francesco Montervino nel corso della conferenza stampa pre-Francavilla – “è stata un operazione che è nata ieri mattina e abbiamo fatto di tutto per farla saltare. La nostra volontà era quella di tenere il calciatore. Però ad un certo punto Marco (Caldore, ndr) è venuto da noi e ci ha fatto una richiesta netta e precisa, di avere quindi la possibilità di fare un campionato importante di Lega Pro. Gli è stato offerto anche un contratto di due anni e mezzo e per un ragazzo del 1994 ci sembrava sbagliato non dargli questa possibilità. Con il mister ci siamo confrontati per capire se potevamo avere una perdita così importante e alla fine siamo giunti alla conclusione che senza di lui la squadra non avrebbe avuto un deficit particolare. Il reparto difensivo potrebbe stare bene anche cosi, numericamente siamo a posto. Interverremo solo se dovessimo trovare un altro giocatore in grado di fare sia il centrale che il terzino.

Questi i convocati per la sfida di mercoledì:
Sposito ’01; Ciezkowski ’01; Zecchino ’03; Guastamacchia; Gonzalez; ; Rizzo; Marino ’00;Boccia ’02; Shehu ’02; Ferrara ’99; Marsili; Tissone; Marrazzo ’02; Matute; Diaby ’00; Santarpia ’00; Mastromonaco ’00; Guaita; Falcone; Abayian; Calemme; Diaz; Serafino’01; Acquadro. 

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)