Taranto, allerta arancione: chiusi cimiteri, giardini e parchi

 

pubblicato il 23 Gennaio 2021, 20:46
3 mins

Previsioni meteo in peggioramento su Taranto. Scatta così l’allerta arancione per vento, rischio idrogeologico, rovesci a carattere temporalesco. Ed è per questo che il Comune ha disposto la chiusura di cimiteri cittadini, giardini e parchi pubblici.
Tutta la cittadinanza è invitata a seguire le misure precauzionali per la pubblica sicurezza ed incolumità.
Si raccomanda alla cittadinanza l’adozione delle seguenti misure di autoprotezione:
– in caso di VENTO:
prestare maggiore attenzione alla guida di autoveicoli e moderare la velocità, al fine di evitare sbandamenti;
non sostare lungo viali alberati per possibile rottura di rami e/o schianto di alberi;
evitare le zone esposte a forte vento per il possibile distacco di oggetti sospesi e mobili quali impalcature e/o segnaletica e di caduta di oggetti anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri, quali vasi e/o tegole;
prestare attenzione lungo le zone costiere, e, in presenza di mareggiate, evitare la sosta su moli e pontili;
assicurare, in particolare nelle zone esposte al forte vento (balconi, terrazzi, etc.), il fissaggio di tutto il materiale mobile e il corretto serraggio degli infissi.
– in caso di forte PIOGGIA e/o TEMPORALI:
evitare di recarsi o soffermarsi in ambienti quali scantinati, piani bassi, garage, che sono a forte rischio allagamento durante intensi scrosci di pioggia;
– fare attenzione a strade allagate: c’è il rischio di trovarsi con il veicolo semi-sommerso o sommerso;
controllare gli scarichi dell’ acqua piovana del proprio balcone e/o terrazzo;
– controllare il perfetto funzionamento delle pompe di sollevamento dei pieni interrati.
E in particolare, se si è alla guida di un veicolo tenere presente che:
anche in assenza di allagamenti, l’asfalto reso improvvisamente viscido dalla pioggia rappresenta un insidioso pericolo per chi si trova alla guida di automezzi o motoveicoli, riducendo tanto la tenuta di strada quanto l’efficienza dell’impianto frenante;
In caso di fulmini, associati a temporali:
– restare lontano da punti che sporgono sensibilmente, come pali o alberi: non cercare riparo dalla pioggia sotto questi ultimi, specie se d’alto fusto o comunque più elevati della vegetazione circostante;
– evitare il contatto con oggetti dotati di buona conduttività elettrica;
– non indossare ovvero togliere di dosso;
– restare lontano anche dai tralicci dell’alta tensione, attraverso i quali i fulmini – attirati dai cavi elettrici – rischiano di scaricarsi a terra.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)