Castello Aragonese, il bilancio del 2020

 

Si chiude con una flessione complessiva di oltre l'80% in meno di visitatori rispetto al consuntivo del 2019, causa pandemia
pubblicato il 10 Gennaio 2021, 12:14
3 mins

Il Castello Aragonese di Taranto chiude il 2020 con un bilancio di 26.263 visitatori; di questi 8.819 provengono da Taranto e provincia, 15.827 dal resto d’Italia e 1.617 stranieri.
Nel 2019, erano stati 138.357 di cui 49.312 provenienti da Taranto e provincia, 68.284 dal resto d’Italia e ben 20.991 stranieri.
Una flessione complessiva di oltre l’80% rispetto al consuntivo del 2019, che fu il quarto anno di presenze record consecutivo a partire dal 2016, con un aumento annuale compreso tra il 5% e il 15%. Eppure il 2020 era iniziato secondo i migliori auspici registrando un aumento di oltre il 50% a gennaio e febbraio rispetto allo stesso periodo degli anni precedenti. Sostanzialmente per una maggiore presenza di visitatori provenienti dal resto d’Italia.
La flessione delle presenze nel 2020 è stata causata dalla pandemia di Covid 19 che ha colpito tutto il settore turistico museale e culturale. Il Castello, infatti, per tale emergenza è rimasto chiuso alle visite dal 24 febbraio al 30 giugno e dal 6 novembre al 31 dicembre e la chiusura alle visite continua. Nei mesi di luglio, agosto, settembre e ottobre, quando è stato aperto alle visite, ha dovuto contingentare gli ingressi in ottemperanza alla normativa vigente. La soluzione adottata è stata quella di riorganizzare le visite prevedendo un numero maggiore di turni (ben 17 contro i 9 canonici) distribuiti dalle 09.30 alle 1.30, tutti i giorni, compresi i festivi, che hanno permesso la visita a gruppi fino ad un massimo di 15 visitatori per volta per ottemperare alle misure di distanziamento.
Nonostante la diminuzione del numero di visitatori il Castello Aragonese di Taranto ha confermato essere la prima attrazione culturale della città di Taranto e il primo tra i castelli pugliesi in base ai giudizi dei visitatori riportati dai principali siti internet di rilevazione dell’attrattività turistica in particolare TRIPADVISOR. Inoltre il Castello ha tatto vivere anche nel 2020 eventi di grande rilievo a migliaia di tarantini e turisti.
Il primo evento da citare è senza dubbio l’ormeggio lungo la sua banchina, nel mese di agosto, dell’Amerigo VESPUCCI, Nave Scuola della M.M., che concludeva a Taranto la Campagna Addestrativa a favore dei cadetti della Prima Classe dell’Accademia Navale; per la prima volta in assoluto nella sua storia è stato possibile ammirarla ormeggiata lungo la banchina del Castello e dopo ben 55 anni è tornata ad attraversare il canale navigabile e il ponte girevole, navigando a vele spiegate, come fece nel lontano 1965 al comando del leggendario campione olimpico di vela Ammiraglio Straulino.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)