Nel post partita tiene banco il match di Brescia

 

L'opposto Padura Diaz:"Non ho toccato io la palla a muro"
pubblicato il 06 Gennaio 2021, 20:34
2 mins

Più che il commento sulla partita con Mondovì  – “Per qualcuno può essere stata non bella ma per noi era fondamentale vincere e conquistare tre punti per raggiungere il secondo posto”,ha affermato l’opposto Padura Diaz – a fine gara ha tenuto banco ancora l’argomento partita di Brescia.

Incalzato dalle nostre domande, l’opposto cubano nega di esser stato lui a toccare a muro la palla schiacciata da Cisolla nella contestata azione, poi rivista al video-check dal primo arbitro – del 23-22 al tie break del quinto set. “Sinceramente non volevo parlare di questo argomento ma, visto che è stato tirato fuori, voglio chiarire che io non ho toccato la palla,  che non ero coinvolto direttamente nell’azione e che non mi sono reso protagonista di alcun comportamento antisportivo. Tra l’altro a fine gara sono entrati nello spogliatoio il mio ex compagno Galliani ed il mio ex allenatore Zambonardi per salutarmi e non mi hanno detto nulla. Sono stato tirato in ballo ma francamente , chi lo ha fatto, può pensare quello che vuole”.

A proposito del coach di Brescia a Diaz viene chiesto se gli ha dato fastidio l’esultanza un po’ irriverente del tecnico lombardo a fine partita quando si è fatto immortalare dai fotografi, facendo il gesto del cartellino rosso: “Sono cose non belle, poi ognuno è libero di fare quello che vuole. Forse questo gesto è stato dettato dalla voglia di scaricare un po’ la tensione di una gara tiratissima anche dal punto di vista nervoso”.

Intanto com’è noto il risultato del match (3-2 per Brescia) non è stato omologato dal Giudice Sportivo Federale. La Prisma Taranto ha inviato un esposto alla procura federale e punta a rigiocare il match. D’altro canto si è mai vista terminare una partita di pallavolo con una decisione del genere (rosso e penalità di un punto, tra l’altro suggerite dalla panchina bresciana al secondo arbitro che poi è andato a rapportare al primo come si evince dalle immagini televisive) in una situazione anomala (video-check chiamato dal primo arbitro)?

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)