Covid-19, Puglia: più alto il tasso di positività

 

Si è passati dal 12,5% di ieri al 15,2% attuale. 631 sono i nuovi casi, 20 i decessi. Le variazioni degli ultimi 8 giorni
pubblicato il 04 Gennaio 2021, 16:21
57 secs

Sale il tasso di positività secondo i dati dell’ultimo bollettino sula diffusione del virus in Puglia. Infatti, il tasso è di 15,2%, mentre ieri era del 12,5%.
Sono stati registrati 4.138 test (ieri 7.591) e sono stati registrati 631 casi positivi (ieri 950): 318 in provincia di Bari, 77 in provincia di Brindisi, 46 nella provincia BAT, 97 in provincia di Foggia, 71 in provincia di Lecce, 21 in provincia di Taranto (ieri 78), 1 residente fuori regione.
Sono stati registrati 20 decessi (ieri 25): 9 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 1 in provincia di Brindisi, 1 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Finora le vittime sono 2.536.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.065.109 test. 38.209 sono i pazienti guariti (fino a ieri 37.059). 53.539 sono i casi attualmente positivi; di questi 1.601 sono i ricoverati.
Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 94.284, così suddivisi: 36.550 nella provincia di Bari; 10.718 nella provincia di Bat; 6.816 nella provincia di Brindisi; 20.829 nella provincia di Foggia; 7.338 nella provincia di Lecce; 11.407 nella provincia di Taranto; 527 attribuiti a residenti fuori regione; 99 provincia di residenza non nota.

La variazione in otto giorni

Rispetto a otto giorni fa, il numero degli attuali positivi è passato da 53.638 a 53.539 (-99, la settimana precedente -234), le vittime sono passate da 2.347 a 2.536 (+189, la settimana precedente +168), i guariti da 30.454 a 38.209 (+7.755, la settimana precedente +5.906), i ricoverati da 1.598 a 1.601 (+3, la settimana precedente -7). Nella provincia di Taranto i casi sono passati da 10.520 a 11.407 (+887, la settimana precedente +821).

bollettino puglia 4.1.2021
Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Articolo Precedente

Padura Diaz, croce e delizia

Commenta

  • (non verrà pubblicata)