“La classifica è bella ma non si guarda”

 

L'assistent coach del Cus Jonico, Carone, resta con i piedi per terra
pubblicato il 29 Dicembre 2020, 08:47
2 mins

Il CJ Basket Taranto si gode la sosta natalizia da prima della classe nel proprio girone ma restando coi piedi per terra come sottolineato da Claudio Carone, assistant coach di Davide Olive nell’analizzare il momento della squadra dopo il primo mese di campionato, intenso ma finalmente passato a giocare. E a vincere come nel caso del CJ Taranto con ben 4 successi in altrettante gare. Coach Carone la vede così: “Prima della gara con Monopoli avevamo parlato, sia nelle dichiarazioni del coach, che all’interno dello spogliatoio con la squadra, del nostro processo di crescita che passa inevitabilmente da momenti come quello dell’ultimo quarto con Molfetta in cui abbiamo rischiato grosso. La dimostrazione, seppur con avversario diverso, si è avuta a Ruvo e con Monopoli, con la squadra che ha retto per 40 minuti specie nell’ultima gara che poteva sembrare ed essere scontata nel risultato finale e che si era messa largamente bene sin dall’inizio. Gara difficile soprattutto mentalmente ma siamo contenti di aver chiuso questo primo miniciclo di gare col massimo del risultato”.

Carone guarda poco la classifica ma ammette: “La classifica è bella ma non si guarda”.Non ci sono dubbi che è bello stare davanti ma in questo momento ci interessa poco, dopo la breve vacanza abbiamo già cominciato a pensare alla trasferta di Catanzaro che ci aspetta nel nuovo anno (7 gennaio, ndr) e quella subito dopo in casa, contro la Viola Reggio Calabria (il 10, ndr) lavorando sui nostri errori e sulle cose da migliorare”.

 

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)