Le mini processioni natalizie esposte nel santuario di via Di Mezzo

 

pubblicato il 23 Dicembre 2020, 08:28
59 secs

Com’è noto, a causa dell’emergenza sanitaria, in questo Natale non sarà possibile far svolgere le tradizionali processioni in Città vecchia, così come avvenuto per Santa Cecilia e l‘Immacolata. Le belle immagini de “U Bammine Curcate” e de “U Bammine all’erte” resteranno così esposte rispettivamente nella basilica cattedrale e nella chiesa di San Domenico Maggiore. Rimarranno negli armadi anche gli abiti delle confraternite organizzatrici e parimenti non si udranno le dolci note delle pastorali tarantine eseguite dalle bande cittadine.
Ci sarà però la possibilità di rivivere quei momenti ammirando le miniprocessioni realizzate da Pierino Solito, esposte eccezionalmente nel santuario dei Santi Medici, in via Di Mezzo, riaperto al culto lo scorso settembre. L’invito al signor Solito di portare dalla sua abitazione le statuine, prontamente accolto, è giunto dal cav. Antonio Gigante commissario arcivescovile della confraternita di Santa Maria di Costantinopoli, che ha sede nella chiesetta situata nel cuore della Città vecchia. L’allestimento, molto ben curato, rallegrerà almeno per qualche momento l’animo dei tradizionalisti, che mai avrebbero mancato di assistere a queste due processioni che hanno luogo la mattina del 25 dicembre (“U Bammine Curcate”) e del 6 gennaio (“U Bammine all’erte”). Sarà anche l’occasione per ammirare il santuario tornato a nuova vita e i luoghi antistanti, soprattutto la piazzetta, i cui residenti mostrano di averne a cuore il decoro.
La chiesetta resterà aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 11.30 e dalle ore 16.30 alle 18.30.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)