A San Francesco di Paola l’inaugurazione del grande presepe

 

pubblicato il 19 Dicembre 2020, 18:10
2 mins

Sarà inaugurato domenica, 20 dicembre, con la benedizione impartita dal parroco padre Alessandro Chiloiro, il grande presepe realizzato nella chiesa di San Francesco di Paola. L’opera, che si estende per una lunghezza di oltre tre metri, è allocata nella cappella laterale nei pressi dell’altare centrale. Colpisce l’imponente scenografia realizzata interamente in sughero, con paesaggi montagnosi, viottoli e grotte, dove prendono posto gli oltre cento personaggi tipici che fanno corona alla Natività. Non mancano le rappresentazioni dei mestieri tradizionali. L’opera è caratterizzata, all’esterno, da due grandi colonne laterali che rappresentano l’abbraccio di Dio al mondo e dalla fonte in cima alle montagne da cui sgorga il ruscelletto che, fra le rocce, scende a valle, simboleggiante il cuore del Padre, pieno di amore, che raccoglie tutta l’umanità. Il tutto è protetto da un velo di plexiglass, a evitare ulteriori sciagurate “manomissioni” da parte di taluni visitatori.
Al grande presepe hanno lavorato il parroco padre Alessandro Chiloiro, il noto scenografo Pasquale Strippoli, direttore della Caritas parrocchiale, e i volontari Benedetto Mainini, Francesco Calabrese e Massimo Notaristefano.

L’abbraccio di Dio

La trasfigurazione scenografica dello spazio è ben simboleggiata nelle due scalinate laterali, protese verso lo spazio immenso dei monti, quasi a voler rappresentare le braccia immense di Dio, aperte verso il mondo per accogliere l’intera cristianità. A completare il tutto si affaccia centralmente una grande sorgente che, a forma di cascata, vuole simboleggiare l’infinita misericordia del cuore di Dio.
Tutto parte da lì…

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)