Città vecchia, immobili a un euro: al lavoro per l’assegnazione

 

pubblicato il 16 Dicembre 2020, 10:00
2 mins

Scaduto il 20 novembre il bando del Comune per l’assegnazione al prezzo simbolico di un euro di alcuni immobili della Città vecchia, l’apposita commissione è al lavoro per valutare le domande presentate e scegliere quelle che meglio rispondono ai requisiti richiesti. Ne dà notizia l’assessore al patrimonio, Francesca Viggiano, che, su imput del sindaco, ha avviato e opportunamente pubblicizzato l’iniziativa, che in altre città italiane ha ottenuto risultati più che positivi. Sono state numerose le domande di partecipazione presentate, provenienti anche al di là dei confini nazionali. Sette gli immobili oggetto del bando: tre in postierla Immacolata, due in via Di Mezzo, uno in Vico Serafico e uno in vico Santa Chiara.

I vincitori del bando dovranno trasferire in quegli immobili la propria residenza oppure trasformarli in una casa vacanza. Le abitazioni così acquistate non potranno essere rivendute. I lavori di restauro dovranno partire entro due mesi dall’acquisto.

Per la cronaca, ammontano a circa 1.300 gli immobili situati nel centro storico di proprietà dell’Amministrazione comunale, compresi però gli edifici dì interesse storico.

L’assessore Francesca Viggiano dà ancora notizia che presto si procederà al ritiro dell’assegnazione di quei locali pedanei della Città vecchia, destinati ad attività commerciali, concessi in fitto dal Comune e tuttavia non ancora utilizzati. Completata la procedura, si procederà a un nuovo bando. Nel contempo, sempre nel centro storico, si procederà alla restituzione di quei locali per i quali gli assegnatari non ottemperano, nonostante solleciti, a quanto richiesto (a cominciare dal pagamento del fitto).

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)