In piazza della Vittoria il gigantesco albero di Natale fatto di mille luci

 

pubblicato il 27 Novembre 2020, 18:28
3 mins

Da stasera tutto il Borgo risplende delle luci natalizie approntate dalla ditta Di Meo di Benevento per conto dell’amministrazione comunale, che ha voluto regalare una nota di speranza alla città provata dalla crisi e, come tutto il mondo, dalla pandemia. Si evidenzia su tutto piazza della Vittoria dove è stato innalzato un gigantesco abete stilizzato fatto di bianche luminarie con tanto di stella sulla sommità, che riprende i motivi delle decorazioni sottostanti. Senz’altro è l‘albero di Natale più alto fra tutti quelli allestiti negli ultimi anni n questa piazza. L’effetto è notevole, tale da suscitare lo stupore dei tarantini intenti allo “struscio” serale.

Degna di nota è anche l’illuminazione di piazza Garibaldi, ultimata recentemente, con una grande sfera natalizia all’interno della quale molti non disdegnano di scattarsi il selfie, un po’ come avvenuto lo scorso anno con la galleria di mille luci. L’incanto è completato dalle luminarie disposte sul tronco di ogni albero e sui cespugli, tale da far somigliare il tutto a un paesaggio incantato.

Piazza Giovanni XXIII (o piazza Carmine per i tradizionalisti) è invece stata pensata tutta per i bambini, con Babbo Natale sopra una maestosa renna dorato, fra omini di neve e fantasiosi giardini che paiono tratte dalle favole. Su tutto ciò, giganteggia la grande palma punteggiata di tante luci. Su via D’Aquino e via Di Palma, invece, stato steso un tetto luminoso, composto di fili di piccole lampadine che corrono parallelamente alla strada. Piazza Castello (con la grande cometa posta sull’aiuola) e piazza Immacolata sin da domenica sono stati i primi siti del Borgo a splendere di luci. Come lo scorso anno, quello di piazza Immacolata è stato l’addobbo che ha riscosso più consensi, con il fantastico cocchio trainato da cavalli, così da far richiamare alla memoria le favole della nostra infanzia. E in alto per tutta la piazza, sfere luminose a simboleggiare la celeste armonia di stelle e pianeti. Completano l’illuminazione al Borgo la decorazione delle palme fino alla sommità di via Mignogna e via Berardi e le stelle che impreziosiscono il cielo di via Anfiteatro e di via Matteotti.
Negli altri rioni, presto sarà la volta di viale Liguria e via Cesare Battisti. Infine si attende l’addobbo richiamante i mestieri legati al mare che, come annunciato, sarà disposto dai giovani dell’oratorio San Giuseppe in alcuni scorci della Città vecchia, specialmente nei pressi delle chiese dove verrà allestito il presepe.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)