Concorso per compositori “Luis Bacalov”: tango in stand by

 

pubblicato il 24 Novembre 2020, 17:03
3 mins

“Quello del Concorso per compositori “Luis Bacalov” è solo il rinvio di un momento molto atteso dedicato alla poliedricità di un artista indimenticato”. Il direttore artistico dell’Orchestra della Magna Grecia, il Maestro Piero Romano, informa il pubblico su quello che doveva essere l’epilogo del progetto condiviso fra l’Orchestra della Magna Grecia e l’Amministrazione Melucci. Un concorso internazionale previsto in un primo momento domenica 15 novembre al teatro Fusco di Taranto, ma rinviato a data da destinarsi.

“La Fase finale, che ha quale tema il tango – riprende il Direttore – è particolarmente intrigante, in quanto mette a confronto la creatività di sei compositori giunti al momento decisivo di un progetto realizzato in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Taranto; il momento cruciale del Concorso si avvarrà anche del di una Commissione popolare, presieduta dal vicesindaco e assessore alla Cultura, Fabiano Marti, per assegnare il Premio del pubblico”.

Motivo del rinvio: “Intanto per attenerci alle disposizioni del Governo in materia di sanitaria e poi, per dirla tutta, perché intendiamo affrontare un momento così decisivo del Concorso sul quale stiamo lavorando da mesi, nella massima sicurezza e, dunque, con gli animi sereni”.

L’inatteso ritorno del Covid-19 invita alla prudenza, chiusi teatri e luoghi di aggregazione, non solo culturali. “Stiamo vivendo una fase particolarmente concitata, siamo chiamati a lavorare con grande senso di responsabilità. Proveremo a fare in modo che, piuttosto che subirlo, questo rinvio lo si possa riempire della giusta suspense in attesa di conoscere il vincitore di un genere compositivo molto impegnativo”.

Quest’anno il tema del Concorso è stato il tango. “L’idea, mi piace ricordarlo – conclude il Maestro Piero Romano – è quella di dedicare ogni edizione a uno degli stili che hanno reso famoso Bacalov, dunque dalla musica da film a quella strumentale passando per la musica sacra. In questa prima edizione ci sono pervenute numerosissime composizioni, di alto profilo e da tutto il mondo, degne di tenere vivo un genere che richiama un pubblico enorme e appassionato”.

Il Concorso Internazionale di Composizione “Luis Bacalov” è tematico. Realizzato con la direzione di produzione del Maestro Giuseppe Salatino, è aperto a compositori di qualsiasi nazionalità senza limiti di età. Il Concorso mira alla valorizzazione della creatività dei compositori provenienti da varie estrazioni culturali. L’evento è strettamente legato ad un’altra competizione legata all’attività dell’Orchestra Magna Grecia, il Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Nino Rota”. Due concorsi a cadenza biennale e alternata.

Importante, si diceva, per la perfetta riuscita del progetto il contributo del sindaco Rinaldo Melucci, del vicesindaco e assessore alla Cultura, Fabiano Marti, e dell’Associazione “Luis Bacalov”.

Bacalov è stato direttore ospite principale dell’Orchestra ICO della Magna Grecia per dodici anni consecutivi, dal 2005 sino alla sua scomparsa avvenuta nel 2017, il Maestro italo-argentino ha rappresentato un insostituibile riferimento umano e artistico per chiunque lo abbia conosciuto e abbia avuto il privilegio di lavorarci insieme.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)