Le pagelle del lunedì: Guaita ritrovato?

 

pubblicato il 23 Novembre 2020, 14:23
2 mins

A freddo dopo aver rivisto anche i filmati televisivi ecco le pagelle di Taranto-Brindisi:

SPOSITO S.V.: inoperoso per tutta la partita.

BOCCIA 6: spinge sulla fascia, non sempre preciso al cross.

CALDORE 6,5: dal suo cross nasce il vantaggio rossoblù. Potrebbe bastare ma, invece, ci mette anche tanta carica agonistica per tutta la partita.

RIZZO 6 : il Taranto rischia poco dietro. Il suo è lavoro di marcatura preventiva.

GUASTAMACCHIA 6: idem come sopra. Qualche incomprensione con Sposito nella gestione della sfera in fase di ripiego 6

MARSILI 6,5 sempre più faro, sempre più punto di riferimento per i compagni.

DIABY 6,5 giocatore molto interessante. Prestanza fisica e senso della posizione. Sostanza futuribile (dall’85’ Marino: sv)

ACQUADRO 6: sblocca la partita che sembrava incanalata verso uno scialbo 0-0. Basta per la sufficienza, per il resto non si vede tanto. (dal 63’ Matute 6: entra per aiutare la fase difensiva e diventare l’uomo in più in fase propositiva. Utile.)

SERAFINO 5: Non va mai al tiro. Si sbatte come sempre ma non si può poggiare il peso dell’attacco sulle sue spalle. Avrebbe bisogno di un’altra punta accanto con la quale dialogare. Per far ciò Laterza dovrebbe avere gli uomini giusti per attuare un altro modulo (4-3-1-2, ad esempio).dall’88’ Mastromonaco: sv).

FALCONE 5,5: fuori dal gioco, sulla sinistra la palla arriva meno che a destra ma lui non si fa nemmeno vedere più di tanto. Suo il colpo di tacco, però, che innesca Caldore per il cross del gol (dal 66’ Calemme 5,5: difetta di condizione fisica e si vede, rimandato)

GUAITA 6,5 : spinge, corre, dribbla, come si vorrebbe che faccia sempre. Deve essere ancora più incisivo in una partita. Non ci si può accontentare di due-tre scorribande sulla fascia di competenza – (dall’88’ Stracqualursi s.v.)

LATERZA 6,5: il tecnico rossoblù aveva previsto che non sarebbe stata una partita dagli altri ritmi e che per il bel gioco bisognava attendere un maggiore minutaggio nelle gambe.  Però – e ci ripetiamo – ogni giocatore sa quello che deve fare in un ingranaggio che continua a difettare nella fase conclusiva.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)