Santa Cecilia senza bande

 

pubblicato il 20 Novembre 2020, 16:05
4 mins

L’amministrazione comunale è costretta a comunicare, a malincuore, che quest’anno le bande non attraverseranno le strade della città la notte di Santa Cecilia.

«Pur avendo provato a organizzare ogni particolare – ha detto l’assessore alla cultura Fabiano Marti – per permettere a una tradizione così sentita di svolgersi nonostante le restrizioni di questo difficile periodo, il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dalla Prefettura ha stabilito che, in base all’ultimo Dpcm, non ci fossero le condizioni per lo svolgimento dell’attività bandistica».

Per non tradire le aspettative dei tanti cittadini legati alla tradizione del Natale tarantino, il Comune farà esibire domenica 22 novembre alle 19.30, sul palco del teatro Fusco, il Gran Concerto Bandistico “Giovanni Paisiello – Città di Taranto”, diretto dal maestro Vincenzo Simonetti. Le pastorali raggiungeranno le case dei tarantini attraverso la diretta che andrà in onda su Canale 85, Radio Cittadella e sulla pagina Facebook del Teatro Comunale Fusco.

Dal canto suo il parroco di San Cataldo fa sapere che la prima squilla mattutina di Santa Cecilia 2020 sara’ diffusa alle ore 5 in differita sulla pagina Facebook della basilica cattedrale. Questo, per non rinunciare all’atmosfera di speranza e per aprire nel calore delle nostre famiglie la strada per il santo Natale tutto tarantino.

La celebrazione sarà aperta dal saluto dell’arcivescovo mons. Filippo Santoro e da quello del sindaco Rinaldo Melucci Dopo la preghiera della benedizione dei musicanti presieduta dal parroco don Emanuele Ferro, ci saranno le pastorali eseguite dalla grande orchestra di fiati Santa Cecilia diretta dal maestro Giuseppe Gregucci. perché nelle case arrivino le immagini e i suoni del Natale più lungo del mondo.

Sempre in cattedrale, alle ore 18, l’arcivescovo celebrerà la Santa Messa con il servizio liturgico affidato alla confraternita di San Cataldo. I canti saranno eseguiti dal coro della basilica diretto dal maestro Giuseppe Gregucci e accompagnato all’organo dal maestro Daniele Dettoli. La partecipazione sarà contingentata secondo le norme vigenti, con l’uso dei dispositivi di protezione.

Infine, l’iniziativa lanciata dalla pagina facebook “Pettolando, l’attimo friggente!” in cui si invita all’alba del 22 novembre (prevista per le 6.46), in mancanza del giro delle bande, a far risuonare le pastorali dai balconi delle proprie case in un originale flashmob. “Sulle note della musica della tradizione, friggendo pettole e allestendo l’albero di Natale – vi si legge – cercheremo di colmare la tristezza che questo periodo porta con sé. Fate dirette dai vostri balconi, condividete foto e video, tutto con l’hashtag #pettolando, per vivere insieme, almeno sul web, questa giornata speciale per la nostra città.

L’iniziativa è promossa da un insieme di gruppi social ed associazioni: Delizie Tarantine, Giorgio Forever, Pro Loco Taranto, Pro Loco Capo San Vito, Touring Club-Club di Territorio Taranto, Taranto Fuori dal Web, Citte Citte, imminz’a chiazze, Amici di Taranto e delle Sue Bellezze, #attentiaquelledue, LPD di Giuann il Gruppo, Memorie Tarantine, Taranto Turistica e Giustizia per Taranto.

L’evento è gemellato con PETTOnLinE di Giustizia per Taranto, con una diretta alle ore 10.30.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)