Sorpresi a rubare un’auto: un denunciato, l’altro fugge

 

pubblicato il 19 Novembre 2020, 12:59
2 mins

Intorno all’una di notte, il personale della Volante del Commissariato di Martina Franca (Taranto), impegnata nei consueti servizi di controllo del territorio, ha notato sulla strada  provinciale che porta a Villa Castelli, due uomini vestiti di scuro e travisati da passamontagna, mentre armeggiavano vicino ad un’Audi A3 parcheggiata.
I due, alla vista dell’auto della polizia, hanno cercato di scappare nelle vie limitrofe con l’intento di far perdere le loro tracce nelle campagne circostanti. I poliziotti, scesi dall’auto, hanno iniziato un movimentato inseguimento a piedi riuscendo con non poche difficoltà a raggiungere uno dei due, che ha opposto una decisa resistenza.
Impegnati nell’inseguimento, il suo complice, che era riuscito a dileguarsi nella vegetazione circostante, è sopraggiunto a bordo di un SUV a velocità sostenuta e con l’intento di liberare il suo complice, ha cercato deliberatamente di investire i poliziotti per poi far perdere le sue tracce in direzione del comune brindisino. La prontezza degli agenti, che sono riusciti a schivare il mezzo, ha scongiurato più gravi conseguenze.
L’uomo, un incensurato originario della provincia barese di 32anni è stato accompagnato negli uffici del locale Commissariato. In suo possesso, oltre al passamontagna indossato, sono stati anche trovati e sequestrati un paio di guanti in lattice ed un paio di occhiali poi riconosciti come propri dal proprietario dell’Audi A3 oggetto delle attenzione dei due ladri, che nel frattempo era giunto in Commissariato per sporgere denuncia.
Al termine di tutte le formalità di rito, come disposto dall’Autorità Giudiziaria competente, il 32enne è stato denunciato in stato di libertà per furto aggravato con scasso in concorso con altri e resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)