Slai cobas: “Tutelare i 21 lavoratori ex Pasquinelli”

 

Il sindacato di classe ribadisce le sue priorità sul futuro dei lavoratori
pubblicato il 17 Novembre 2020, 20:37
2 mins

Questa mattina si è tenuto un incontro tra lo Slai cobas, rappresentante dei lavoratori dell’ex Pasquinelli e il presidente dell’Amiu, Giampiero Mancarelli e il dirigente Scalera.

Oggetto dell’incontro, richiesto dallo Slai cobas era sapere ed avere certezze su: “l’impiego di tutti i 21 lavoratori – che hanno operato per 5 anni sull’impianto Pasquinelli di selezione della differenziata – sul nuovo impianto. Attualmente solo 9 dei 21 sono stati chiamati ad operare sull’impianto, non si sa con quali criteri di scelta e per quanto tempo; mentre per gli altri non si sa quando e se saranno chiamati; la stabilizzazione nell’Amiu di questi lavoratori – senza dover transitare da un concorso aperto a tutti, in cui centinaia sono le domande”.

Sul primo punto il presidente Mancarelli, secondo quanto riferito nella nota dello Slai cobas “ha comunicato che tutti i lavoratori saranno chiamati ad operare sull’impianto di selezione della differenziata; pertanto anche i 12 lavoratori rimasti ancora fuori andranno sull’impianto appena questo opererà a regime, su più turni. I tempi dovrebbero essere a breve – due settimane o anche giorni – dato che è iniziata la raccolta differenziata anche al borgo e tutte le frazioni di raccolta differenziata saranno selezionate dall’Amiu, istituendo più turni, e non più date all’esterno”.

“Sul secondo punto, finora – ha detto il presidente – l’unica strada per l’assunzione dell’Amiu, secondo l’amministrazione comunale e la Prefettura, sarebbe quella del concorso, in cui, però, i 21 lavoratori che hanno già operato per 5 anni sull’impianto pasquinelli avrebbero dei punteggi di precedenza. Mancarelli, comunque, si è detto disponibile a discutere altre ipotesi, in caso vi siano leggi nazionali che possano prevedere l’assunzione diretta”.

“In ogni caso, causa emergenza Covid, questo concorso si svolgerà in tempi più lunghi di quelli previsti; nel frattempo opereranno sull’impianto di selezione i 21 lavoratori ex Pasquinelli” prosegue la nota.

Lo Slai cobas e i lavoratori ex Pasquinelli “monitoreranno nei prossimi giorni la situazione alla Pasquinelli, affinchè siano confermati i tempi di entrata di tutti sull’impianto. Perchè, come è stato ribadito anche stamattina: non vi deve essere alcuna divisione, discriminazione, per appartenenza sindacale, tra i 21 lavoratori e ogni discriminazione sindacale verrà denunciata agli Enti competenti”.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)