Emergenza Covid, proposte accolte dal Comune dei consiglieri Baldassari e Nilo

 

pubblicato il 14 Novembre 2020, 17:07
3 mins

Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ha accolto una serie di proposte formulate dai consiglieri d’opposizione Stefania Baldassari e Marco Nilo sulla gestione della crisi Covid e su provvedimenti da attuare a favore delle fasce deboli. Di seguito i due consiglieri ricapitolano quanto avvenuto.

Lo scorso 4 novembre abbiamo formulato una nota scritta indirizzata al Sindaco di Taranto affinché potesse analizzare alcune nostre proposte in tema Covid-19 nell’ottica di collaborazione che la gravità del periodo richiede.
Le proposte da noi formulate riguardavano nello specifico:
1) creazione di una rete specifica di assistenza volta ad assicurare l’approvvigionamento a domicilio di generi alimentari e farmaci (o altri beni e servizi di prima necessità, come ad esempio il ritiro della spazzatura) in favore delle persone soggette a limitazione della circolazione a causa dell’emergenza sanitaria poiché in stato di quarantena o isolamento;
2) relativamente al punto 1:
– creazione di un numero verde dedicato al servizio offerto;
– attività di sensibilizzazione;
– strutturazione di linee guida e best practices;
3) accompagnamento dei cittadini che non hanno possibilità di provvedere autonomamente all’accesso ai “drive through” per l’effettuazione dei tamponi tramite personale e mezzi dedicati;
4) divieto di rimozione o sanzione da parte della Polizia Locale di auto di proprietà di cittadini sottoposti in quarantena o isolamento (o soluzioni alternative).
Nella nota, inoltre, comunicavamo al Sindaco di aver provveduto ad inoltrare agli organi competenti , una proposta di celere individuazione dei cosiddetti “Covid hotel” all’interno dell’area tarantina e, per tale ragione, chiedevamo al primo cittadino di farsi insieme a noi promotore della medesima istanza.
I punti indicati all’interno della nostra nota sono stati recepiti dall’Amministrazione comunale con delibera di Giunta n.88/2020.
Al Sindaco di Taranto riconosciamo dunque la capacità di ascolto e il repentino riscontro alle proposte da noi formulate, poi trasformate in atti di indirizzo.
Ci riserviamo di comprendere le modalità concrete di attuazione dei punti di cui sopra per poterli poi pubblicizzare al meglio alla cittadinanza in quarantena che merita di sentirsi protetta e non ghettizzata.
Per quanto concerne il Covid hotel a Taranto, dalle notizie in nostro possesso, l’interlocuzione tra i vari livelli istituzionali è serrata e speriamo di poter ricevere notizie quanto prima.
Anche su questo punto, a nostro avviso fondamentale, viene fatto un chiaro e puntuale richiamo all’interno della delibera di Giunta.
L’emergenza sanitaria ci ha insegnato che esiste un destino di comunità e che la battaglia contro il Coronavirus deve essere combattuta grazie al contributo di tutti.
Da sempre la nostra idea di opposizione è costruttiva e mai strumentale a priori, per il bene supremo della nostra comunità che in questo momento ha bisogno delle esperienze e dei contributi di tutti coloro che sono stati chiamati a rappresentarla”.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)