Asl, rimodulazione 118 indispensabile ma temporanea

 

Ecco le Precisazioni del direttore Balzanelli in merito alle postazioni medicalizzate del SET 118 di Manduria, Castellaneta e Martina Franca
pubblicato il 11 Novembre 2020, 16:57
2 mins

All’esito dell’istruttoria eseguita con l’acquisizione di relazione da parte del Direttore del SET 118 dottor Mario Balzanelli, in merito alla temporanea rimodulazione delle postazioni medicalizzate del SET 118 di Manduria, Castellaneta e Martina Franca, la Asl di Taranto precisa che “in data 30/10/2020 la configurazione operativa del SET 118 provinciale è stata, temporaneamente, rimodulata centralizzando presso l’Area Covid “Moscati” del SET 118 gli infermieri delle postazioni SET 118 prestanti servizio nei Comuni sede di Presidio Ospedaliero (Castellaneta, Martina Franca, Manduria)”.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2020/11/11/covid-19-al-moscati-95-ricoverati-in-24-ore-3-decessi/)

Tale disposizione, si legge in una nota dell’azienda sanitaria locale, “si è resa indispensabile, nelle more della implementazione di nuovo personale infermieristico, al fine di fare fronte, in contesto emergenziale, alle esigenze assistenziali e terapeutiche complesse determinatesi in conseguenza dell’improvviso massivo afflusso di pazienti COVID-19 positivi con insufficienza respiratoria acuta secondaria a polmonite da SARS-CoV2. In tale contesto di indifferibile rimodulazione strategica, le postazioni del SET 118 individuate sono rimaste comunque operative h 24 in assetto Victor, ossia con personale costituito da autisti – soccorritori, e nessun paziente è rimasto privo degli interventi di soccorso e delle tempistiche, relative allo stesso, necessarie per assicurare l’accesso precoce alle cure mediche considerato l’immediato accesso, per ambito territoriale servito dalla postazione, al Pronto Soccorso del Presidio Ospedaliero viciniore” precisano dalla Asl.

“Ciò premesso, va considerato che ai sensi del DPR del 27/3/1992 il sistema 118 ha competenza di carattere provinciale e, per comprovate esigenze di estrema gravità, il personale può e deve essere utilizzato su tutto il territorio di competenza – sottolinea in conclusione la Asl -. Si specifica, ulteriormente, che il Legislatore non prevede quali obbligatorie a bordo dei mezzi di soccorso del SET 118 né la figura del medico né la figura dell’infermiere. Si chiarisce, infine, che la disposizione ha avuto efficacia soltanto per n° 8 giorni“.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2020/11/11/covid-19-puglia-numeri-poco-confortanti/)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)