Li sospendiamo? Bergamo-Taranto rinviata

 

pubblicato il 08 Novembre 2020, 20:44
2 mins

Week-end, quello scorso, all’insegna dei rinvii per Covid anche questo in serie A maschile di pallavolo. In A/1 si è disputata solo una gara, l’anticipo del sabato, su sei costringendo la Lega Pallavolo di Serie A a dirottare le telecamere di Rai Sport in A/2 dove si sono giocate tre gare su sei, Lagonegro-Cantù 0-3, Ortona-Siena 3-2, con la compagine abruzzese temporanea capolista con otto punti in tre partite ed il clou Brescia Castellana Grotte 2-3. In A/3 rinviate sei gare su dodici, tre per girone.

Con l’aumento dei numeri di contagi restiamo dell’avviso che una sospensione dei campionati, specie A/2 e A/3 che possono spingersi nel terminare la stagione sino a fine giugno, sarebbe cosa buona e giusta.

Condividiamo le parole del medico sociale della Lube Civitanova Marche, dott. Avio, che pone un problema anche di carattere economico ed ed etico: “Se hai dei positivi fai 3 tamponi a settimana a 30 persone, spendi almeno 3mila euro. Pochi club possono permetterselo, non siamo il calcio. E poi è uno spreco, una cosa che può risultare fastidiosa, dato che la gente comune attende giorni e giorni per un tampone.

Intanto la Prisma Taranto Volley, come da comunicazione ricevuta dalla Lega Pallavolo Serie A,attraverso una nota ha comunicato che la sfida contro l’Agnelli Tipiesse Bergamo – in programma domenica 15 novembre 2020 alle ore 18.00 e valida per la 5^ giornata del campionato di Serie A2 Credem Banca – è rinviata a data da destinarsi causa positività al Covid-19 di più di tre atleti della squadra di casa.

Nonostante il rinvio del match di domenica prossima, la squadra ionica riprenderà gli allenamenti agli ordini di coach Di Pinto: tutti gli atleti sono a disposizione del tecnico rossoblù che inizierà, anzitempo, a preparare la sfida della 6^ giornata di campionato contro la Sieco Service Ortona.

 

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)