Ex Ilva, Re David: “Grave provvedimento contro nostro Rls”

 

La segretaria nazionale della Fiom Cgil in collegamento da remoto partecipa alla conferenza stampa della Cgil sul caso del lavoratore sospeso
pubblicato il 29 Ottobre 2020, 20:58
40 secs

“Rispetto alla contestazione che è stata prodotta nei confronti del lavoratore impegnato nell’operazione di trasporto bramme (semilavorato siderurgico) e del nostro delegato Rls presente, sono certa che saremo in grado di dimostrare già in sede sindacale la totale estraneità ai fatti che sono stati contestati e che l’azienda evidenzia come rottura del rapporto fiduciario tra il delegato e il datore di lavoro. Ritengo molto grave quello che è successo, e la svalutazione che viene fatta del ruolo dei delegati e degli Rls, che sono un presidio fondamentale, in questa azienda in particolare ma lo sono in assoluto”. Lo ha detto questa mattina la segretaria nazionale della Fiom Cgil, Francesca Re David, intervenendo in collegamento video alla conferenza stampa della Fiom e della Cgil di Taranto in merito alla sospensione con preavviso di licenziamento del delegato Rsu Giuseppe D’Ambrosio e di un lavoratore, in relazione a un incidente avvenuto il 21 ottobre scorso nel deposito Bramme dello stabilimento siderurgico di Taranto.

All’incontro hanno partecipato il segretario generale della Cgil Puglia Pino Gesmundo, il segretario generale della Fiom Cgil di Taranto Giuseppe Romano, il segretario generale della Cgil ionica Paolo Peluso e il coordinatore Rsu Fiom Francesco Brigati.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2020/10/27/vietato-denunciare-problemi-sicurezza-arcelormittal-sospende-delegato-fiom/)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)