“Stiamo dimostrando che le opere non solo si cominciano ma anche che si terminano”

 

pubblicato il 20 Ottobre 2020, 16:51
4 mins

E’ parecchio in giro, in questo periodo, il vice sindaco e assessore alla Cultura e Sport del Comune di Taranto, Fabiano Marti. Domenica scorsa era al Palamazzola per assistere all’incontro della Prisma Volley, ieri era al Campo Scuola per l’inaugurazione dei cantieri di quello che sarà un piccolo stadio dell’atletica leggera.

Durante la partita – vissuta sugli spalti accanto al presidente Bongiovanni – ci ha confessato di aver ripensato a lungo a questa sorta di miracolo compiuto per mettere a disposizione entro l’inizio ufficiale della stagione sportiva un palazzetto efficiente e confortevole: “Se penso in che condizioni era a fine maggio, credo che sia stata compiuta davvero un’impresa per rimetterlo in sesto in tempi utile affinchè potesse utilizzarlo il club di pallavolo che rappresenta Taranto a livello nazionale. Devo ringraziare tutto lo staff della Direzione Lavori Pubblici del Comune che in questi mesi ha svolto un grande lavoro. Con tante difficoltà siamo riusciti a reperire i fondi utili ad effettuare le opere di manutenzione necessarie affinchè potesse tornare ad essere fruibile. Solo facendo lavoro di squadra si ottengono risultati importanti”.

Spontaneo chiedere come mai il Palamazzola non viene sfruttato appieno anche come contenitore non solo sportivo ma anche per ospitare concerti o spettacoli

Lo sarà certamente in futuro. Il nostro obiettivo è quello. Abbiamo idee importanti sia sul palazzetto che sullo stadio Iacovone. Priorità, ovviamente ai Giochi del Mediterraneo, dobbiamo farci trovare pronti per questo avvenimento storico per Taranto che ha voglia di sport di gran livello” – ha rimarcato il vice sindaco.

Ed a proposito di Giochi del Mediterraneo ecco l’avvio dei cantieri per il Campo Scuola (circa un anno di lavori prima di vederlo completato, ndc) situato alla Salinella. Un’opera che si attende da almeno un trentennio considerato che questo impianto sportivo dedicato all’atletica in tutti questi anni è stato spesso abbandonato all’incuria.

Era nelle previsioni dell’Amministrazione Comunale la progettualità relativa a questo impianto sportivo, ancor prima prima di candidarci a ospitare i Giochi del Mediterraneo. Un segnale di attenzione per le periferie. Questa opera sarà un gioiello, diventerà un essenziale contenitore sociale per il quartiere che lo ospita”.

Il vice sindaco Marti tiene a rimarcare l’impegno dell’Amministrazione Melucci nel restituire alla cittadinanza importanti contenitori culturali e sportivi: “Sento sempre dire, a proposito di tante opere, che sono venti, trenta, quaranta anni che si parla di portarle a termine o addirittura di cominciarle. Ebbene questa Amministrazione sta dimostrando che le opere non solo si cominciano ma che anche si portano a termine. Un esempio è rappresentato dalla biblioteca comunale che inaugureremo entro fine mese. Era un’altra struttura completamente abbandonata a sé stessa che stiamo riportando in vita. Non dimentichiamo che abbiamo restituito ai tarantini – dopo tanti anni che era chiuso e dando un’accelerata ai lavori partiti prima del nostro insediamento – il primo teatro comunale della storia di questa città (il Fusco, ndc). E’ stato terminato il Campo B dello stadio Iacovone, facendolo diventare struttura autonoma da mettere a disposizione anche di altre società sportive. Presto saremo in grado di mettere a disposizione della nostra campionessa di nuoto, Benedetta Pilato, quella piscina olimpionica che merita. Credo che il cambiamento sia evidente. Raccontarlo ogni tanto credo sia importante anche se può apparire auto celebrativo.”

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)