L’Italcave Statte si completa con giovani innesti

 

pubblicato il 15 Ottobre 2020, 08:40
3 mins

Giorgia Cannella completa il reparto dei portieri dell’Italcave Real Statte. Dopo le esperienze in varie squadre della provincia di Taranto, ora ha l’occasione per esprimersi al meglio assieme a Valentina Margarito e Roberta Linzalone nel Club più titolato d’Italia.

“È successo tutto per caso, sono stata chiamata per una partitella estiva tra amiche perché mancava il portiere. Non avrei dovuto neanche giocare quella partita ma ad oggi mi piace pensare che qualcuno/qualcosa mi abbia spinto a farlo lo stesso perché altrimenti il mio nome non sarebbe mai arrivato a Valentina, la cui chiamata per propormi questa nuova esperienza mi ha lasciata letteralmente senza parole.  Non nego che il primo giorno di preparazione ero molto tesa, per me è la prima volta in Serie A dopo il calcio a 11 e due anni di A2, in più conoscevo poche ragazze del gruppo ma tutte sin da subito mi hanno fatto sentire parte integrante della squadra. Sicuramente i ritmi sono più serrati di quelli a cui ero abituata, ma ho tanta voglia di crescere e di dare il massimo delle mie capacità grazie all’aiuto e all’esperienza delle mie compagne e dei mister.  Il mio obiettivo personale in questo momento è crescere ed imparare, allenandomi e osservando le più esperte, poi dipenderà tutto da me, i risultati arriveranno con il massimo impegno. Sono davvero entusiasta, a volte ancora non credo di essere nel pieno di questa nuova ed importante avventura. Abbiamo un bel gruppo, tutte sicuramente suderemo la maglia a partire dagli allenamenti per poi arrivare in partita e dare il massimo.”

Nuovo innesto è anche Alessia De Marchi, che viene dal settore giovanile rossoblu. Questo il suo pensiero a poco meno di una settimana dall’esordio in campionato: “Sono arrivata nel Real Statte grazie a Marina Belam. Ho avuto la grande fortuna di conoscerla due anni prima nello Stone Five Fasano dove allenava il settore giovanile e giocava in prima squadra,ruoli che ricopriva fino all’anno scorso anche nello Statte. È stata lei il tramite grazie al quale ho conosciuto la società e sono entrata a far parte della squadra. Penso che sia una scelta di puntare sulle giovani che guarda molto al futuro: le ragazze con più esperienza, oltre al mister stesso, sono la miglior guida per far crescere e migliorare le più giovani. Credo che questo tipo di mix possa funzionare bene e spero che se ne possano vedere presto i risultati.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)