Consorzio di Tutela del Primitivo: cinque incontri per il docg

 

pubblicato il 14 Ottobre 2020, 17:58
2 mins

L’importanza del passaggio da doc a docg, un percorso fondamentale per alzare ancora di più l’asticella della qualità e per gestire l’offerta futura.

Sarà questo il focus degli incontri con i viticoltori, organizzati dal Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria nelle Cantine Cooperative del territorio.

Cinque gli appuntamenti: Produttori Vini Manduria (Manduria) martedì 20 ottobre alle ore 17; Cantina Madonna delle Grazie (Torricella) mercoledì 21 ottobre ore 16; Cantine Due Palme (Lizzano) mercoledì 21 ottobre ore 18; Cantine San Marzano (San Marzano) giovedì 22 ottobre ore 17; Cantine Pliniana (Manduria) venerdì 23 ottobre ore 16.

“Incontri rivolti ai nostri viticoltori per presentare e spiegare l’importanza del consolidamento del pregiato riconoscimento della Docg Primitivo di Manduria con incorporazione in un unico disciplinare anche della tipologia Primitivo di Manduria Dolce Naturale. – Spiega il presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria Mauro di Maggio – L’evoluzione costante dei mercati, la fluttuazione della domanda della nostra denominazione, il successo all’estero ci hanno spinto ad adottare una visione e una programmazione di lungo termine. Ora servono scelte coraggiose e coscienziose per garantire la corretta remuneratività della filiera e per aumentare la nostra qualità. Il nostro vino è riconosciuto in tutto il mondo grazie alla tenacia dei nostri viticoltori e alla passione delle nostre aziende. E’ il momento giusto per collocarci nell’olimpo dei grandi vini rossi italiani. I vari incontri offriranno spunti fondamentali per le prospettive future del Primitivo di Manduria”.

“La nuova proposta – conclude di Maggio – è il risultato di un’attività consortile sempre più indirizzata all’alta gamma della qualità, che oggi è un valore oggettivo imprescindibile di un brand famoso in tutto il mondo sul quale le cantine hanno fondato la propria reputazione e il proprio posizionamento sui mercati esteri”.

L’invito è rivolto ai tutti i viticoltori, aziende e imbottigliatori che vorranno discutere e informarsi circa l’iter istituzionale del fondamentale passaggio da Doc a Docg per il “Primitivo di Manduria”.

Agli incontri saranno presenti i Presidenti delle Cantine con Mauro di Maggio, presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria e Carlo Alberto Panont, consulente esperto denominazione di origine.

Gli appuntamenti si terranno seguendo le modalità antiCovid.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)