Domenica il ritorno dei Santi Medici nel loro santuario, in Città vecchia

 

pubblicato il 10 Ottobre 2020, 19:18
2 mins

Sarà una giornata da ricordare per i tradizionalisti, quella di domani, domenica 11, in quanto, dopo circa trent’anni, i simulacri dei Santi Cosma e Damiano
torneranno finalmente nel loro santuario in via Di Mezzo, nel cuore del centro storico.

Traslate precedentemente dalla chiesa di San Giuseppe, le statue saranno esposte nella piazzetta antistante la chiesa, dove alle ore 17.30 il rettore don Emanuele Ferro, nonché parroco della cattedrale, celebrerà la santa messa, con il canto finale del Te Deum di ringraziamento. Subito dopo i confratelli di Santa Maria di Costantinopoli porteranno a spalla i simulacri per il solenne ingresso nel santuario. Il tempo di provvedere (a porte chiuse) alla loro sistemazione nello scarabattolo affianco al presbiterio e poi sarà consentito l’afflusso dei devoti. Ovviamente l’ingresso sarà contingentato, nel rispetto delle norme anti Covid-19. Nella circostanza saranno riaccese le luminarie nei vicoli d’accesso, in via Di Mezzo e nella piazzetta, come nei giorni dei solenni festeggiamenti.

Come si ricorderà, il santuario di Santa Maria di Costantinopoli, detto tradizionalmente dei Santi Medici, fu ufficialmente riaperto al culto, dopo alcuni lavori di risistemazione, nella serata del 25 settembre dall’arcivescovo mons. Filippo Santoro. Fino a notte tarda, notevole fu il concorso di popolo, che nell’occasione rese anche omaggio alle reliquie giunte da Oria e apprezzò anche la pulizia e l’abbellimento dei vicoli e soprattutto della piazzetta.

La chiesetta resterà aperta tutti i giorni, grazie alla presenza di volontari della confraternita, diventando così anche un vero presidio di legalità nella zona, segnata da un lungo abbandono. La santa messa, infine, sarà celebrata ogni giovedì alle ore 17, con le intenzioni dei devoti.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)