Quanto è bella la Taranto del Giro d’Italia, ma…….

 

pubblicato il 09 Ottobre 2020, 17:58
2 mins

Bella, bellissima la Taranto immortalata dalle immagini della Rai al passaggio del Giro d’Italia, traguardo volante della settima tappa partita da Matera e giunta a Brindisi. Ogni tanto fa bene rifarsi gli occhi con dei paesaggi suggestivi, delle viste mozzafiato, con i colori caldi della nostra terra (il riferimento è anche a Palagiano e Grottaglie che hanno offerto anch’esse scorci panoramici d’effetto).

Peccato il Giro d’Italia passi una volta ogni tot dalle nostre parti perchè ci aiuterebbe a vedere la nostra città, le nostre città, con un approccio più rilassato.

Cosa altro ci resta di questo tempo sospeso che ci ha regalato quello che storicamente rappresenta uno degli eventi sportivi più amati dagli italiani?

Qualche istantanea come il simpatico cartello apparso con la scritta….. “Tornate ci sono altre buche da asfaltare….”, oppure ci resta l’istantanea della caduta rovinosa – ma fortunatamente senza conseguenze – di un ciclista proprio nei pressi della nuovissima pista ciclabile subito dopo il Ponte Girevole (coincidenza…..), oppure quella che ritrae assembramenti spontaneamente festosi ed autorizzati dall’euforia per il passaggio del Giro (poi però lo Iacovone resterà interdetto al pubblico, al Palamazzola non si sa se potranno accedervi almeno 200 persone, tutte opportunamente distanziate).

Ora tornando alle nostre problematiche di sempre continuiamo comunque a ripeterci quant’è bella la Taranto del Giro d’Italia. Torna ogni anno caro Giro, ti aspettiamo per vedere la nostra città con occhi diversi e magari per farci circolare da un anno all’altro su strade meglio percorribili…….

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)