Taranto, piantagione di marijuana segnalata con Youpol

 

Nel capannone un chilo e mezzo di marijuana ad essiccare e due chili di hashish. Un uomo è stato arrestato, un altro è riuscito a scappare
pubblicato il 08 Ottobre 2020, 15:38
2 mins

“Una piantagione di marijuana nelle campagne di Talsano”. È questo il contenuto di un messaggio inviato in Questura tramite YOUPOL, l’applicazione per smartphone, che consente di effettuare segnalazioni, anche in forma anonima, e di mettersi in contatto con la Polizia di Stato.

Una segnalazione, questa, che ha dato ancora più consistenza circa l’esistenza di un importante punto di approvvigionamento di sostanze stupefacenti nella zona. Diversi, infatti, negli ultimi giorni, sono stati gli arresti, effettuati dalla Squadra Mobile, di pusher nella borgata di Talsano, con sequestri di hashish e marijuana.

Passando, quindi, al setaccio le campagne di Talsano, i Falchi si sono imbattuti in un’area adibita a deposito di materiali edili, protetta da un muro di cinta alto circa due metri. Scelto un favorevole punto di osservazione, sono stati immediatamente investiti dal caratteristico odore della marijuana, accorgendosi della presenza di due uomini nei pressi di un tendone agricolo.

Nell’ampia superficie del deposito gli agenti si sono appostati fino all’arrivo di un furgone. Scattato l’intervento dei poliziotti, uno dei due uomini, seduto sul lato passeggero si è dato immediatamente alla fuga facendo perdere le proprie tracce nelle campagne circostanti, mentre l’altro è stato bloccato.

Nella successiva perquisizione all’interno di un capannone i poliziotti hanno trovato tre grosse piante di marijuana e quasi un chilo e mezzo della stessa sostanza messa ad essiccare, con 23 tra panetti e tocchetti di hashish, del peso di circa due chili e mezzo, oltre a tutto il materiale necessario per il confezionamento.

Al termine dell’operazione, l’uomo L.S., pregiudicato tarantino di 38 anni è stato arrestato in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e condotto in carcere. Sequestrato l’ingente quantitativo di sostanze stupefacenti. Sono tuttora in corso le attività di indagine per identificare la persona fuggita.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)