Fiore:”Non vedo l’ora che cominci il campionato”

 

pubblicato il 07 Ottobre 2020, 12:39
2 mins

Per Alessio Fiore, tarantino doc, classe 1982, avere la possibilità di indossare la maglia della squadra che rappresenta la sua città nel campionato di serie A/2 rappresenta una responsabilità non da poco oltre a regalare emozioni che forse non si possono descrivere. Dopo quattordici stagioni trascorse fuori di casa quasi non ci credeva più.

Sicuramente la notizia dell’acquisto del titolo sportivo da parte di Taranto è stata improvvisa. Provo certamente un’emozione fortissima. Giocare per il club della propria città è qualcosa di meraviglioso. Non vedo l’ora che arrivi la prima giornata per poter provare l’adrenalina della partita. Tutti si aspettano grandi cose da noi e per quanto mi riguarda le pressioni mi danno lo stimolo per rendere ancora di più anche se come ha detto il presidente Bongiovanni noi siamo qui per divertire la gente che speriamo possa avere la possibilità di venirci a vedere” – ha affermato lo schiacciatore jonico al termine della presentazione ufficiale della squadra tenutasi al Relais Mon Reve.

Abbiamo chiesto ad Alessio Fiore se anche i suoi compagni percepiscono questa responsabilità di giocare per un club che ha una sua storia e che ha precise ambizioni:”La società è stata rifondata ma le persone che la animano sono le stesse di dieci – quindici anni fa. I miei compagni sanno benissimo dove sono venuti e per cosa sono venuti. Siamo tutti consapevoli di quello che bisogna fare. Purtroppo abbiamo pagato dazio nel corso della preparazione al lungo stop dell’attività agonistica dovuto al Covid. Siamo riusciti ad allenarci poche volte al completo. Per entrare in piena forma fisica ci vorrà più tempo. Il campionato sarà difficile ma ho sensazioni positive. Non sarà tutto rose e fiori. Incontreremo delle difficoltà che ci tempreranno, perchè per crescere bisogna anche superare gli ostacoli. Non può filare tutto liscio. Noi ci metteremo il massimo dell’impegno anche perchè al di là delle considerazioni fatte sulla carta riguardo gli organici delle varie squadre poi è sempre il campo a parlare. E noi vogliamo far parlare il campo.”

*credit foto – Walter Nobile per www.prismatarantovolley.it

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)