CIS Taranto, vertice a Palazzo Chigi con il premier Conte

 

pubblicato il 05 Ottobre 2020, 18:46
2 mins

Sarà il premier Giuseppe Conte in persona a presiedere domani pomeriggio a Palazzo Chigi il Tavolo istituzionale permanente (Tip) per Taranto nel corso del quale sarà tracciato il bilancio del primo trimestre del Contratto istituzionale di sviluppo (Cis) per Taranto sotto il coordinamento della presidenza del Consiglio e si discuterà dell’approvazione della dotazione finanziaria per le iniziative di reindustrializzazione a Taranto.

Lo ha reso noto il sottosegretario Mario Turco a margine degli stati generali dell’Università svoltisi oggi a Taranto.

Recentemente sono stati chiesti altri 200 milioni di euro al Cipe (la cui delega appartiene allo stesso Turco) – che si aggiungerebbero alla dotazione iniziale del Cis di oltre un miliardo di euro – per favorire nuovi insediamenti industriali (come quello del gruppo Ferretti nell’area dell’ex Yard Belleli) e per gli interventi previsti per i Giochi del Mediterraneo che si terranno a Taranto e provincia nel 2026.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2020/09/30/2cipe-turco-chiesti-per-il-cis-taranto-ulteriori-200-milioni/)

All’ordine del giorno del vertice di domani (che inizierà alle 15.30) c’è anche l’accordo tra Marina Militare ed Autorità di sistema portuale del Mar Jonio per la cessione e l’utilizzo a fini turistici della banchina Torpedinere. Nella stessa area, con un ulteriore finanziamento di 50 milioni, si prevede la realizzazione di un acquario green che avrà funzione di centro di ricerca e studio. Un progetto che ha già ricevuto diverse critiche da alcune associazioni ambientaliste locali e che originariamente era previsto all’interno di un grande progetto di recupero dell’area degli ex cantieri Tosi progettato dall’ex commissario straordinario per le bonifiche Vera Corbelli.

(leggi tutti gli articoli sul CIS Taranto https://www.corriereditaranto.it/?s=CIS+taranto&submit=Go)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)