E’ tempo di Taranto-Bitonto

 

pubblicato il 03 Ottobre 2020, 13:14
3 mins

Si ricomincia da dove si era lasciato, ossia dal Bitonto. La compagine barese, infatti, è stata l’ultima squadra affrontata dal Taranto allo Iacovone prima del lockdown. Per la cronaca il match terminò zero a zero.

La formazione neroverde, dopo aver chiuso al primo posto nello scorso torneo di Serie D, è stata retrocessa d’ufficio a causa della combine nel match del 5 maggio 2019 contro il Picerno, costringendo il club, che si era attrezzato per la serie C, ad una sorta di mercato di riparazione last minute per allestire una squadra su misura per la serie D, allenata dall’ex tecnico rossoblù Ragno, che però contro il Taranto non siederà in panchina poichè squalificato.
Oltre alla conferme del temibile attaccante Lattanzio, nelle fila bitontine sono giunti il difensore Sirri, prelevato dal Ravenna, i centrocampisti Capece e Dicecco, arrivati rispettivamente dalla Paganese e dal Cerignola, gli esterni Pepe, ex Potenza e Avellino, e Palmisano, ex Nardò e Casarano, il trequartista Taurino dalla Vibonese e soprattutto l’attaccante Genchi, fresco ex del Taranto.
Alla voce under, invece, in maglia neroverde sono arrivati Dario, difensore classe 2000 ex Brindisi, e Diop, esterno sinistro del 1999.
Confermati il portiere Figliola (’99) e i centrocampisti Piarulli (2001) e Zaccaria (2000)

Il Taranto arriva a questo match ancora con l’infermeria piena – fuori causa i difensori Gonzalez e Ferrara, il centrocampista Ba, gli attaccanti Corvino e Alfageme- con qualche giocatore sulla via del recupero di una forma fisica accettabile come l’esterno Falcone, il centrocampista Acquadro e soprattutto il puntero Stracqualursi e con il centrocampista offensivo Guaita, squalificato.

Dunque non sarà ancora, negli uomini, il Taranto che vuole il tecnico Laterza che probabilmente riproporrà la stessa squadra che ha esordito con il Picerno, fatta eccezione per il già citato Guaita. La sostituzione dell’esterno argentino potrebbe portare anche ad una variazione di modulo tattico.

Nella conferenza stampa pre-gara, l’ex allenatore del Fasano ha lasciato ancora uno spiraglio aperto per il mercato nel caso ce ne fosse bisogno. Ha parlato di valutazione della rosa e di società che è convinto sia in grado di potergli regalare qualcosa di più, rispetto agli uomini che ha, ma senza andare a pescare giocatori tanto per fare numero. L’idea di base di Laterza è di plasmare in questa prima fase di stagione una squadra che abbia una sua identità e poi magari di intervenire laddove ci fossero delle lacune.

Taranto-Bitonto, fischio di inizio ore 15, sarà seguita in diretta tv ed in streaming da Canale 85.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)