Ex Ilva, la Cgil: “Priorità tutela salute, sicurezza e lavoro”

 

Lo dichiara Paolo Peluso, segretario generale della Cgil di Taranto
pubblicato il 25 Settembre 2020, 17:22
2 mins

“Vedo una priorità, nella situazione dell’acciaieria a Taranto: trovare risposte concrete a problemi concreti e cogenti che ricadono sulla salute e il benessere innanzitutto dei lavoratori oltre che dei cittadini” dichiara Paolo Peluso, segretario generale della Cgil di Taranto.

“Le istituzioni locali devono ricordare che, nella vertenza dell’acciaieria, è necessario trovare risposte a tre domande. La prima riguarda l’assenza di investimenti reali per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori. La seconda questione è mettere un freno all’uso abnorme degli ammortizzatori sociali, utilizzati in abbondanza e con troppa leggerezza. La terza, ma non meno importante, è il pagamento delle spettanze dei lavoratori dell’appalto e osteggiare il ricorso al dumping contrattuale” afferma Peluso.

“Ma soprattutto – ricorda Paolo Peluso, – che è necessario concentrare i propri sforzi per tutelare i diritti fondamentali dei lavoratori e dei cittadini: salute, sicurezza e lavoro. Inoltre giova ricordare a tutti che è solo grazie alla mobilitazione dei lavoratori e dei sindacati che si è ottenuto di tenere l’azienda seduta ad un tavolo di trattative e che è solo grazie al sacrificio quotidiano dei lavoratori che la fabbrica stessa non si sgretola”.

“Quindi – conclude il segretario generale della Cgil di Taranto – auspichiamo un sostegno concreto alla lotta dei lavoratori da parte delle istituzioni locali Comune, Regione e Camera di Commercio, riconoscendo che la dignità e i diritti dei lavoratori (salute, sicurezza, giusto salario) sono fondamentali per riconoscere un senso profondo al concetto di comunità”.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2020/09/24/ex-ilva-sindacati-e-arcelormittal-timide-aperture/)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)