Per la festa dei Santi Medici riapre l’antico santuario in via Di Mezzo

 

Tutto è pronto in Città vecchia per la riapertura di Santa Maria di Costantinopoli
pubblicato il 22 Settembre 2020, 18:35
4 mins

Tutto è pronto in Città vecchia per i festeggiamenti in onore dei Santi Medici Cosma e Damiano, che quest’anno vedranno come momento centrale la riapertura dell’antico santuario di Santa Maria di Costantinopoli, dove fino a vent’anni fa vi erano venerate le statue dei Santi, ora nella chiesa di San Giuseppe. L’evento è programmato nella serata di venerdì 25, in occasione dell’arrivo delle reliquie dei Santi Cosma e Damiano e dei loro fratelli Euprepio, Antimo e Leonzio, provenienti da Oria.

Il programma delle celebrazioni è stato illustrato martedì mattina nella chiesa di San Giuseppe dal parroco della cattedrale don Emanuele Ferro, dal vicario generale don Alessandro Greco e dall’assessore comunale alla cultura Fabiano Marti. Ovviamente non ci sarà la grande processione dei ceri, la mattina di sabato 26, per le note disposizioni anti Covid-19 ed è per questo motivo che saranno incrementate le possibilità di rendere omaggio ai popolari santi, il cui culto è particolarmente sentito nella nostra città. Questo, a partire appunto da venerdì 25 quando alle ore 17 sulla banchina di via Garibaldi giungerà l’artistico reliquiario proveniente dal santuario oritano, accolto dalle note festose della fanfara della Marina Militare e da un momento di preghiera guidato dall’arcivescovo. Quindi, con una delegazione di fedeli, si giungerà attraverso i vicoli alla chiesetta di via Di Mezzo che sarà così riaperta al culto. Le reliquie saranno così poste all’interno del tempio mentre sul sagrato, rallegrato dalle luminarie, si potrà pregare davanti alle immagini dei santi.

La partenza delle reliquie, dalla banchina di via Garibaldi, avverrà alle ore 23, con la recita dell’atto di affidamento e lo sventolio dei fazzoletti rossi e verdi (i colori dei santi); non mancheranno fuochi pirotecnici.

L’indomani, sabato 26, sul campo sportivo dell’oratorio della chiesa di San Giuseppe, sante messe saranno celebrate alle ore 7:30 – 8:30 – 9:30 – 10:30 – 11:30 – 17:30 – 18:30 – 19:30, con l’esposizione delle statue dei Santi Cosma e Damiano. L’ingresso sarà contingentato (massimo 200 posti per ogni celebrazione) nel rispetto delle norme anti Covid-19. I ceri votivi potranno essere lasciati in un apposito spazio dell’oratorio”. Una ulteriore nota di festa sarà apportata dalla partecipazione dell’orchestra di fiati “Santa Cecilia”, che in mattinata suonerà davanti alla chiesa.

Don Emanuele Ferro ricorda che sia l’ingresso nel santuario di venerdì 25 sia la partecipazione alle sante messe di sabato 26 sarà possibile attraverso presentazione di appositi pass, da ritirare al gazebo davanti alla chiesa di San Giuseppe nei giorni 23 e 24 settembre (info e prenotazioni: 099-4707468 o invio mail a: [email protected]).

Dopo i festeggiamenti, al santuario di via Di Mezzo sarà avviato l’iter per il restauro delle facciate e della piccola torre campanaria, di piccoli frammenti decorativi, del pregiato organo settecentesco. Sarà inoltre progettata la struttura che dovrebbe accogliere una la tela bifronte dell’altare restaurata negli anni 2000, raffigurante da un lato la Madonna di Costantinopoli e dell’altro la stessa Vergine accompagnata dai nostri martiri Cosimo e Damiano. Quest’opera si può ammirare da ambo i lati in una teca ribaltabile custodita nella chiesa di san Giuseppe.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)