ArcelorMittal, Uilm: “Lavoratori soli. Governo intervenga”

 

E' quanto afferma il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella
pubblicato il 22 Settembre 2020, 17:29
2 mins

“E’ da ieri che i lavoratori dell’Ilva manifestano con tutta la loro rabbia per denunciare l’insostenibilità che si è venuta a creare ormai da mesi all’interno degli stabilimenti e in particolare in quello di Taranto. A loro va tutto il mio pieno sostegno. La pericolosità degli impianti per l’assenza di manutenzione ordinaria e straordinaria, l’aumento dei lavoratori di manutenzione e di esercizio in cassa integrazione, l’assenza di prospettive per i lavoratori in AS, la sospensione degli interventi di ambientalizzazione, l’aumento delle fermate degli impianti e il mancato pagamento delle retribuzioni dei lavoratori degli appalti, anche questi in gran parte licenziati o in cassa integrazione: tutto questo rende ormai il clima infuocato. Urge una convocazione immediata da parte del prefetto di Taranto e del Governo, la trattativa è ormai attesa dal 9 giugno”. E’ quanto afferma il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella.

“Si è rotto definitivamente qualsiasi rapporto di dialogo e di fiducia con il gruppo industriale franco indiano che, non solo non ha fatto nulla per cercare di rimediare, ma ormai da mesi tiene un comportamento in forte contrasto con tutti: lavoratori, cittadini e un’intera comunità – conclude Palombella -. Cosa aspettano i ministri Patuanelli, Gualtieri e Catalfo? Ora che la campagna elettorale si è conclusa, si può iniziare un serio confronto senza pregiudiziali sul futuro della più grande acciaieria europea? La situazione è ormai insostenibile, continuiamo a chiedere un intervento immediato delle istituzioni per porre fine a una lunga agonia che dura ormai da 8 anni e per dare una prospettiva occupazionale, ambientale, economica e produttiva al nostro Paese”.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Un Commento a: ArcelorMittal, Uilm: “Lavoratori soli. Governo intervenga”

  1. Fra

    Settembre 22nd, 2020

    Questo governo inutile ed inetto dobbiamo sopportarlo fino al 2023 quindi le nostre preghiere sono al vento ,sfortuna ha voluto che Emilio ha vinto le elezioni regionali per un soffio Contro fitto che a capofitto si è schiantato e adesso possiamo soltanto migliorare ,ritorneremo al 104 posto tra le provincie d’Italia grazie ad un presidente che è inutile a se stesso,mi chiedo chi sono quelli sciocchi che lo votano ?vorrei sentire una sola motivazione dell’orrore che hanno creato e adesso rivedremo Taranto peggiorare ,poveretta ,dovremmo abbandonare questa regione che non ci rispetta ,adesso altra spazzatura,altro inquinamento,di nuovo gli shuttle ,la xylella,la mala sanità, le menzogne ,l’essere gli ultimi ,il poco turismo ,fare da retroporto del cappero insomma uno sfacelo ,chissà quale chiacchiera sentiremo ancora da Borraccino ,che palle , quel leccapiedi che ci sta portando alla rovina ,altro che sviluppo ,il sottosviluppo ci ha portato ,trovo inutile sprecare altre parole tanto sappiamo benissimo le pene che pagheremo da questa inutile scelta elettorale concepita malissimo . Quanti velo di pietà dobbiamo ancora stendere !!

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)