Taranto, tenta il suicidio: salvato dalla Polizia

 

Il 22enne in stato di forte agitazione minacciava di tagliarsi la gola con un taglierino
pubblicato il 18 Settembre 2020, 15:35
43 secs

A Taranto la Sala Operativa segnala alle Volanti in servizio di controllo del territorio che un giovane in preda ad una crisi nervosa, dopo aver malmenato la madre – che era riuscita a fuggire allertando il 113 – si era barricato in casa minacciando gestiti autolesivi.

Gli agenti, una volta sul posto, dopo aver verificato l’impossibilità di accedere all’appartamento dalla porta di ingresso, hanno chiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco e, servendosi dell’autoscala, hanno raggiunto il balcone dell’appartamento ubicato al secondo piano dello stabile.

Attraverso la finestra chiusa, gli agenti hanno notato che l’uomo aveva un taglierino puntato alla gola, dando il chiaro segnale di voler togliersi la vita.

A quel punto, senza esitazione, gli agenti, usando un martelletto, hanno infranto il vetro della finestra e sono entrati nell’appartamento iniziando una trattativa con il giovane che alternava momenti di calma ad altri di forte nervosismo in cui minacciava di tagliarsi la gola.

Alla fine, uno dei poliziotti, cogliendo un attimo di distrazione, si è fiondato sul giovane riuscendo a disarmarlo e, con l’aiuto dei presenti, ad immobilizzarlo. Aperta la porta di casa il 22enne è stato affidato alle cure dei sanitari del 118 che lo hanno trasportato all’Ospedale Moscati per le cure del caso.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)