Indotto ex Ilva, ArcelorMittal prosegue nei pagamenti

 

Seconda riunione della Cabina di regia: la Morselli annuncia l'erogazione di altri cinque milioni di euro
pubblicato il 18 Settembre 2020, 19:21
2 mins

Seconda riunione in call conference per la Cabina di Regia che si occupa dei pagamenti di ArcelorMittal verso le imprese dell’indotto dell’ex Ilva di Taranto. Alla quale hanno preso parte il senatore Mario Turco, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, con delega alla programmazione economica, il sottosegretario del MiSE, Alessandra Todde, il prefetto di Taranto Umberto Martino, l’amministratore delegato Lucia Morselli ed i rappresentanti di Confindustria, Camera di Commercio e Confapi Taranto.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2020/09/11/indotto-ex-ilva-clima-piu-sereno-tra-arcelormittal-e-confindustria/)

Nel vertice odierno, l’amministratore delegato Lucia Morselli ha confermato i pagamenti che aveva preannunciato la scorsa settimana verso i fornitori, pari a 9 milioni di euro, ed ha annunciato l’erogazione di altri 5 milioni di euro per fine mese (a meno che non sorgano intoppi di natura economica), anche se la somma potrebbe essere più elevata secondo fonti aziendali. Il tutto avverrebbe garantendo comunque il totale controllo sulla gestione dei pagamenti da parte dell’azienda (con i pagamenti delle fatture che oscillano come sempre tra i 30 e i 60 giorni), già emerso durante la scorsa riunione.

Questi pagamenti porterebbero a 14 milioni di euro lo scaduto saldato dalla multinazionale, riducendo sensibilmente la quota avanzata dalle ditte associate a Confindustria Taranto, che vantavano uno scaduto che si aggirava sui 40 milioni di euro, con l’obiettivo di azzerare l’importo dovuto entro il 30 novembre.

Discorso diverso per le aziende associate a Confapi Taranto, a cui la Morselli ha chiesto un elenco dettagliato delle aziende in modo da verificarne la situazione contabile singolarmente.

Anche per far fronte ad un’inevitabile scompenso nella tempistica dei pagamenti, nella riunione odierna sarebbe stato suggerito all’azienda di effettuare i pagamneti verso l’indotto in maniera orizzontale (destianando risorse alla maggior parte delle aziende)  e non verticale (ovvero dalle aziende più grandi e importanti per il siderurgico).

La prossima riunione è convocata per venerdì 25 settembre. Nella speranza

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2020/09/02/indotto-ex-ilva-nasce-nuova-cabina-di-regia/)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)