La bonifica di Taranto premiata al Compasso d’oro

 

La Giuria Internazionale del XXVI Premio Compasso d'Oro ADI ha conferito la la Menzione d'Onore
pubblicato il 14 Settembre 2020, 18:02
2 mins

La Giuria Internazionale del XXVI Premio Compasso d’Oro ADI ha conferito la la Menzione d’Onore, prestigioso riconoscimento che distingue le eccellenze del design mondiale alla “Bonifica e Riqualificazione dell’Area di Taranto. Strumenti e strategie di comunicazione”. Il Committente dell’iniziativa è stato il Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto.

E’ stata premiata la rappresentazione grafica dell’azione ideata e sviluppata per Taranto. Una serie di immagini che restituiscono in maniera plastica ed efficace l’insieme delle attività multidisciplinari attivate per produrre risposte tangibili a problemi ambientali complessi.

Il lavoro grafico e di design è stato realizzato Daniela Piscitelli, professoressa dell’Università Vanvitelli di Napoli ed alla quale, qualche anno fa, il Commissario Straordinario ha affidato il compito di tradurre, con leggerezza, le elaborazioni tecniche in una dimensione onirica, nella dimensione del sogno.

“Elementi che hanno caratterizzato e ispirato il lavoro del Commissario Straordinario – si legge in una nota -. La visione strategica ha infatti  portato ad intraprendere e realizzare, su Taranto, un percorso innovativo di rinascita e di speranza. Non a caso l’azione del Commissario Straordinario è partita dai bambini, che vivono di sogni e dai quali si origina la speranza di un futuro migliore. Con gli allievi e le maestre delle scuole del quartiere Tamburi siamo riusciti a sviluppare un’azione di ricucitura di un territorio che aveva perso la sua identità e della quale deve riappropriarsi per potersi davvero rigenerare”.

Istituito nel 1954, il Premio Compasso d’Oro ADI è il più antico e autorevole premio mondiale nell’ambito del design industriale e viene assegnato a cadenza biennale, sulla base di una preselezione effettuata dall’Osservatorio permanente del Design dell’ADI costituito da esperti, designer, critici, storici e giornalisti specializzati.

Nella storia del premio è la prima volta che viene fatto un riconoscimento ad un “soggetto” di questo tipo che incrocia ambiente e design. Le parole chiave di questa edizione sono svilupposostenibilità e responsabilità.

L’importante riconoscimento internazionale conferito dall’Adi, l’Associazione per il Design Industriale, è stato consegnato a Vera Corbelli, Segretario del Distretto dell’Appennino Meridionale ed a Daniela Piscitelli(art direction e identità), Roberta Angari (graphic e information designer) Gabriele Pontillo(computational designer).

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

2 Commenti a: La bonifica di Taranto premiata al Compasso d’oro

  1. Giovanni

    Settembre 15th, 2020

    Premiato cosa? Bonifiche sul plastico? È questa la riconversione per Taranto? Su plastica , che ipocriti

    Rispondi
    • Gianmario Leone

      Settembre 15th, 2020

      Gent.le lettore, le bonifiche sono in corso ed anche a buon punto. Ma purtroppo sono azioni poco ‘visibili’.
      Questo è un premio all’aspetto grafico di molti documenti presentati a supporto delle azioni svolte. Tutto qui.

      Cordiali saluti

      Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)