Cantiere Taranto. A Ginosa incontro con il sottosegretario Turco

 

pubblicato il 14 Settembre 2020, 08:32
2 mins

Cantiere Taranto: se ne parlerà oggi, lunedì 14 settembre, a Ginosa in un incontro con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Mario Turco, a Palazzo Tarantini, in piazza dell’Orologio, alle ore 18. All’incontro, oltre al sottosegretario Turco, prenderanno parte anche il consigliere regionale Marco Galante assieme agli altri candidati al Consiglio Regionale della circoscrizione di Taranto e il sindaco di Ginosa, Vito Parisi.
“In questi due anni – spiega Marco Galante – il Governo ha intrapreso il percorso verso la riconversione economica di Taranto atteso da oltre vent’anni. Sono tante le cose fatte che vogliamo far conoscere ai cittadini e le nuove opportunità per un’economia sostenibile che valorizzi le nostre eccellenze culturali, enogastronomiche e artistiche per lungo tempo penalizzate dalla monocultura del siderurgico. Grazie al lavoro del sottosegretario Turco, finalmente è realtà la sede della facoltà di Medicina di Taranto, in quella che era la sede della Banca d’Italia, ristrutturata grazie ai fondi del Cis. Un nuovo impulso al porto di Taranto e nuove opportunità grazie ai Giochi del Mediterraneo che valorizzano lo sport rendendolo fondamentale per lo sviluppo economico del territorio e come migliore prevenzione per la salute. Accanto al potenziamento del porto, si sta puntando anche sull’aeroporto di Grottaglie per creare nuovi posti di lavoro, grazie alla recente intesa firmata per la costruzione di velivoli antincendio. Inoltre, si sta risolvendo la vertenza dell’ex Miroglio a Castellaneta dove ci sarà una dei tre poli di Agromed. Senza dimenticare l’istituzione della Zes Jonica e l’approvazione della Zona Franca Doganale. Di questo e molto altro parleremo con i cittadini perché sappiamo che tante sono le cose ancora da fare per arrivare alla riconversione economica e ci stiamo impegnando al massimo per realizzarlo, grazie a una visione che abbiamo della città di Taranto e a tutti gli interventi in sinergia tra loro che ancora intendiamo realizzare”.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)