Omaggio dei poeti tarantini alla Stella Maris, nell’ex chiesetta della Madonna della Scala

 

pubblicato il 10 Settembre 2020, 12:40
2 mins

In assenza dei tradizionali festeggiamenti d’inizio settembre e soprattutto della bella processione a mare dei pescatori in onore della loro celeste protettrice, la Madonna Stella Maris, annullati per l’imperversare del coronavirus, ci si potrà consolare partecipando all’omaggio dedicato alla Beata Vergine da parte dei poeti dialettali . L’appuntamento è per sabato 12 alle ore 18 nell’ex chiesetta della Madonna della Scala, in via Duomo 178, nei pressi della basilica cattedrale di San Cataldo.

La serata, dal titolo appunto “Omaggio alla Stella Maris”, sarà introdotta dal prof. Antonio Fornaro, che fornirà approfondimenti sulle origini della tradizione, e vedrà la partecipazione dei poeti Amelia Ressa, Carmen Adamo, Peppino Fanigliulo e Pasquale Frulli, che declameranno proprie composizioni. Il tutto, con il vivo auspicio che i festeggiamenti vengano ripresi il prossimo anno, con il ritorno alla normalità.

La manifestazione, alla quarantesima edizione, fu ideata dallo scomparso cultore di tarantinità Fedele Massante e da Nicola Cardellicchio, fondatori dell’associazione culturale “Vito Forleo”, che organizza la serata assieme alla “Santa Maria della Scala”; direttore artistico, Nicola Giudetti.

Gli organizzatori ricordano che l’evento è organizzato nel pieno rispetto delle linee guida anti-covid 19 e raccomandano ai partecipanti l’uso della mascherina protettiva e il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale richiesta.

La manifestazione sarà l’occasione per la visita alla collettiva “Artisti in passerella”, alla quindicesima edizione, che quest’anno viene allestita negli ampi locali dell’ex chiesetta. Dedicata al compianto Ruggero Di Giorgio, noto pittore tarantino venuto a mancare nel marzo scorso, la mostra resterà aperta fino a sabato 19 settembre e potrà essere visitata nei seguenti orari: 17,30 – 20,30 nei giorni feriali; 10,00 – 12,00 e 17,30 – 20,30 nei festivi.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)