La gente del Borgo in festa per don Andrea, parroco al SS.Crocifisso

 

pubblicato il 06 Settembre 2020, 11:03
3 mins

Una larga rappresentanza della popolazione del Borgo (circa quattrocento persone) ha festeggiato sabato sera, in piazza Santissima Annunziata, davanti all’ex ospedale vecchio, l’immissione canonica del nuovo parroco del Santissimo Crocifisso, don Andrea Mortato, dopo circa un anno trascorso quale amministratore parrocchiale.
Fra i presenti è stato un rincorrersi di episodi dei gloriosi trascorsi della parrocchia, dal 2013 anche santuario, legata alla presenza dei padri carmelitani. Molti anziani parrocchiani hanno ripercorso con la memoria quei ricordi, dalle affollatissime prime comunioni e ai i fastosi quanto frequenti matrimoni alle intense attività per i giovani nell’attiguo convento, dove il collega della Rai Salvatore Catapano all’epoca mostrava doti di campioncino di ping pong. Dal canto suo l’arcivescovo mons. Santoro ha ricordato padre Claudio Lioi quale instancabile confessore, sempre presente all’ultimo banco della chiesa, invitando tutti i sacerdoti a seguirne l’esempio.
Diverse le autorità che hanno voluto festeggiare don Andrea, tra le quali il vice sindaco Fabiano Marti, in fascia tricolore, il presidente della Provincia Giovanni Gugliotti, l’ammiraglio di divisione Salvatore Vitiello e il questore Giuseppe Bellassai, evidenziando così il ruolo di centralità di questa parrocchia, condiviso con quella del Carmine. Tanti i sacerdoti sul presbiterio allestito all’accesso da via Acclavio: dall’arcidiacono mons. Emanuele Tagliente al cancelliere della Curia mons. Pasquale Morelli, che ha letto il verbale di nomina, dall’ultranovantenne don Antonio Airò, dal vicario zonale mons. Carmine Agresta al portavoce dell’arcivescovo mons. Emanuele Ferro e al parroco del Carmine. Mons. Marco Gerardo. Diversi anche i priori delle confraternite, compreso il commissario arcivescovile di quella “resuscitata” del Purgatorio-SS.Crocifisso, Giovanni Mortato, emozionatissimo papà del novello parroco. Gli applausi della foltissima assemblea hanno sottolineato i momenti più significativi dell’insediamento, il cui verbale è stato firmato dal fratello di don Andrea, Gianluca, e da Marta Mazzone, collaboratrice di Curia. Toccante anche la testimonianza di una coppia di coniugi della prima comunità neocatecumenale, che hanno raccontato i vari momenti della rivitalizazione della parrocchia, compresa la novena di Natale alle 6.30 del mattino, con tutti i figli vestiti da chierichetti e la banda a suonare le tradizionali pastorali.
Al termine della celebrazione, al neo parroco è andato l’ abbraccio dei presenti (sia pur “virtuale”, per i noti distanziamenti dovuti al Covid). Infine davanti al Crocifisso, di commovente aspetto, molti si sono intrattenuti in breve e intensa preghiera di ringraziamento per don Andrea e perchè l’epidemia abbia finalmente (e presto) a scomparire. A tutti è andato anche l’nvito dell’arcivescovo za pregare perchè si possa fronteggiare al meglio la crisi occupazionale, che presto in città registrerà picchi preoccupanti.

Condividi:
Share

Un Commento a: La gente del Borgo in festa per don Andrea, parroco al SS.Crocifisso

  1. Aurora

    Settembre 6th, 2020

    Io l ho avuto come insegnante molti anni fa…. bravissimo bravissimo bravissimo….sono contenta che fa carriera in un mondo che è davvero il suo

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)